Totò Riolo al Rally del Tirreno

Più di 100 iscritti al Rally del Tirreno, ma la gara rimane a porte chiuse

Gran numero di adesioni riscosse nel primo evento post lockdown in Sicilia, la 17° edizione del Rally del Tirreno. La gara della Top Competition, classico appuntamento dell’estate sportiva siciliana, vedrà al via 85 concorrenti fra le vetture moderne e 18 fra le storiche.

Reduci da una buona prestazione sugli asfalti europei del Rally di Roma Capitale, partiranno con il numero ‘1’ sulle portiere partiranno i palermitani, portacolori della Island Motorsport, Alessio Profeta e Sergio Raccuia al volante della fida Skoda Fabia R5, seguiti dal giovane Ernesto Riolo, per l’occasione affiancato dall’esperto Gianfranco Rappa, al secondo rally sulla Peugeot 208 R5. Sempre tra le auto a trazione integrale, immancabile presenza nella gara di casa per il messinese Angelo Di Dio navigato da Antonio Marino sulla Mitsubishi EVO X.

Anche il piemontese VM Motor Team si prepara ad una trasferta impegnativa del Rally del Tirreno, con l’equipaggio formato da Daniele Ferroto e dal navigatore siciliano Franco Schepis impegnato al Rally del Tirreno. La gara valida per il Challenge Rally zona 8 si correrà in notturna, con il via allo scoccare della mezzanotte di domenica 9 agosto ed arrivo previsto per le 8.30, dopo sei prove speciali ed un totale di 57 chilometri cronometrati.

Alti e bassi nello scorso weekend per la scuderia guidata da Moreno Voltan, che torna dal Rally di Alba con un ottimo secondo posto in classe N3 per Claudio Nebiolo e Martina Morosino su Renault Clio. Decima piazza in R2B per Pierluigi Maurino e ed Andrea Bruno su Peugeot 208, mentre sono stati costretti al ritiro Camere – Demartini (Renault clio Super 1.6) e Pollino Sbicego (Peugeot 106 A6). Al Rally di Salsomaggiore Terme Giuseppe Bevacqua e Nicola Berutti hanno chiuso al quindicesimo posto a bordo di una Skoda Fabia R5.

Importanti nomi al Rally del Tirreno anche fra le vetture storiche dove spiccano la presenza dei vincitori del 2° Raggruppamento 2019 Giovanni Spinnato e Fabio Mellina su Porsche 911 nei colori Island Motorsport, ma anche dei corleonesi della Project Team Antonio Di Lorenzo e Franco Cardella che puntano al 3° raggruppamento con la Porsche 911, per il 4° Raggruppamento sarà il cefaludese tricolore Angelo Lombardo, che sulla fidata Porsche portacolori RO-Racing, sarà navigato da Ratnayake Harshana, coequipier dello Sri Lanka. Passa alla potente Porsche 911 di 3° Raggruppamento anche il giovanissimo madonita Pierluigi Fullone con l’esperto Alessandro Failla, dopo i tanti successi in 1° Raggruppamento su BMW.

L’edizione numero diciassette del Rally del Tirreno è stata ampiamente rivisitata per adeguarsi alle stringenti normative anti contagio. Con la cancellazione del triplo passaggio sulla classica ‘Roccavaldina’, il numero di prove speciali scende da nove a sei per circa 57,60 chilometri cronometrati sulle P.S. ‘Colli 4 Strade’ e ‘Rometta’. In contrasto con il Rally di Alba e il Rally Città di Arezzo – Crete Senesi Valtiberina, il Tirreno mantiene un format blindato vietando dunque l’accesso alle prove speciali per il pubblico e parco assistenza aperto solo per gli addetti ai lavori.