Giandomenico Basso e Lorenzo Granai

Pioggia di titoli al Due Valli: CIRA, U25, R1…

Sono stati gli asfalti del Rally Due Valli a sancire l’anticipata conferma per Giandomenico Basso e Lorenzo Granai del titolo Tricolore rally assoluto, quest’anno. Il pilota veneto ha saputo sfruttare al meglio le doti della sua Skoda Fabia Pirelli, vincendo la gara e laureandosi campione con una gara d’anticipo. Un risultato arrivato dopo un entusiasmante duello con un altro pilota Pirelli, Stefano Albertini (Skoda Fabia), che con il secondo posto di Verona si assicura a sua volta il titolo CIRA 2021. Terzo Tommaso Ciuffi, per un podio tutto Pirelli. Per Pirelli si tratta del secondo titolo italiano di fila, dopo quello conseguito lo scorso anno con la Citroen C3 R5 di Andrea Crugnola.

Stefano Albertini
Stefano Albertini

Albertini nel CIRA

A Verona è andato in scena l’ultimo atto della serie tricolore dedicata agli specialisti dell’asfalto, il Campionato Italiano Rally Asfalto, e la coppia bresciana composta da Stefano Albertini e Danilo Fappani non si è fatta trovare impreparata.

Il forte driver di Gavardo, al via su Skoda Fabia R5 EVO, caricato dalla recente vittoria ottenuta in casa al “1000 Miglia”, si è presentato al 39° Rally Due Valli partendo da una posizione in classifica che non lo vedeva certamente avvantaggiato, ma che è servita a dargli la giusta carica. Fin da subito, infatti, Albertini è risultato veloce e costante, riuscendo a proiettarsi al comando della manifestazione dalla PS3 “Aleph” e a mantenerne il controllo fino a due prove dalla fine quando, in ottica campionato e in virtù dell’uscita dai giochi di Andolfi, suo diretto avversario, il pilota bresciano ha deciso di moderare la propria andatura ed “accontentarsi” della seconda posizione assoluta in gara, prima tra gli iscritti al tricolore asfalto, capace di consegnargli il titolo di campione CIRA 2021.

Sempre a Verona, sempre nel contesto del “2Valli”, Paolo Menagatti e Matteo Gambasin erano impegnati nella Coppa Rally di Zona con una Skoda Fabia R5. Purtroppo, la sfortuna ha avuto la meglio costringendo l’equipaggio al ritiro in seguito ad una toccata, con conseguente rottura del cerchione, avvenuta nel corso della PS2, imprevisto che ha inevitabilmente messo fine alla gara e alle ambizioni della coppia in ottica R Italian Trophy.

Sul fronte francese la squadra scledense era presente con Jean-Paul Villa e Dominique Savignoni al 38° Rallye Terre des Cardabelles, per un appuntamento del Campionato Francese Terra. L’equipaggio d’oltralpe è riuscito a completare il chilometraggio senza intoppi e con qualche acuto nelle singole prove, finendo con un buon quattordicesimo posto nell’assoluta.

Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone
Damiano De Tommaso

De Tommaso tra gli Under 25

Obiettivi centrati dai piloti Meteco Corse al 39° Rally Due Valli, andato in scena nello scorso fine settimana nelle colline attorno a Verona. La scuderia torinese puntava a un risultato importante con Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone che non hanno tradito le attese e hanno portato a casa la doppia corona fra gli Under 25 sia nel Campionato Italiano Rally-Sparco, sia nel Campionato Italiano Rally Asfalto.

Il Campionato Rally Asfalto si è chiuso con la gara veronese e Damiano De Tommaso, dall’alto dei suoi cinque successi e 82,5 punti conquistati in cinque gare è il vincitore della Coppa Under 25 alla conclusione del campionato. Matematicamente più complessa la situazione fra gli Under 25 nel Campionato Italiano Rally-Sparco nel quale Damiano De Tommaso, grazie a cinque successi, è al comando con 75 punti validi; con una gara ancora da disputare il “pesante” (avendo coefficiente 1,5) Rally Liburna Terra il varesino, per il gioco degli scarti risulta irraggiungibile da tutti i giovani avversari di campionato.

Al Rally Due Valli De Tommaso-Ascalone hanno costantemente dominato fra gli Under 25 vincendo tutte le prove speciali, conquistando inoltre un ottimo quarto posto assoluto, terzi fra gli iscritti al CIRA. Dopo un inizio non troppo soddisfacente il giovane pilota lombardo è riuscito a risalire in classifica installandosi con autorevolezza subito sotto il podio.

Simone Goldoni
Simone Goldoni

A Goldoni il Tricolore R1

Un weekend di soddisfazioni per Suzuki Italia con l’incoronamento di Simone Goldoni e Eric Macori di Campioni Italiani R1 2021. Dopo la vittoria anticipata a Brescia Goldoni si era ripromesso di intascare anche il titolo tricolore e portando a termine una gara costante senza sbavature a bordo della Swift Sport Hybrid della Gliese Engineering che gli ha permesso di mettere a centro l’obiettivo prefissatosi già al Rally 1000 Miglia. Il più veloce tra le R1 Hybrid nella power stage del venerdì ha di fatto corso una gara a sé, trasparente ai fini del trofeo e, rispetto agli altri sfidanti altrettanto agguerriti, ma concentrati a portare punti per le restanti posizioni di rilievo.

Nella lotta per il 14^Suzuki Rally Cup, al suo settimo round stagionale, il migliore è risultato Giorgio Fichera insieme a Ronny Celli. Il siciliano della Meteco Corse ha corso una gara intelligente con scratch sulla lunga “Cà del Diaolo” e proprio sull’ultima speciale di “Orsana”.

Non ha deluso, come da pronostici anche il giovane Igor Iani. Il pilota di Maresco, leader under, ha piazzato anche dei tempi di assoluto valore, tra i quali il primo passaggio sulla prova di “San Francesco”, valida come power stage del trofeo. Il giovane, alla sua seconda partecipazione “Due Valli”, sesto nel 2020, ha dimostrato di essere cresciuto alla guida della sua RA5Hybrid della Asd New Turbomark Rally Team, prendendo i punti importanti che lo mantengono secondo del trofeo.

Impegni rispettati anche da Fabio Poggio e Valentina Briano, partiti un po’ in sordina nella power stage del venerdì hanno poi aumentato il passo rimanendo nelle posizioni che contano, ora quarti del Suzuki Rally Cup, davanti al diretto avversario Roberto Pellè. Conclude la trasferta veronese con il sorriso Claudio Vallino. L’esperto driver ligure navigato da Maurizio Vitali ha ottenuto la vetta tra le vetture della classe Racing Start con 3”7 di vantaggio su Mantoet. Vera sorpresa di questa gara è stata proprio la prestazione di Cristian Mantoet, in coppia con Roberto Simioni che ha mantenuto un buon passo, rimanendo davanti a Vallino fino alla PS4.

Chiudono la schiera di vetture Suzuki le Swift di Sergio Denaro Beatrice De Paoli, Manuele Stella con Christian Trivellato e proprio il più quotato del gruppetto Racing Start Ivan Cominelli, insieme a Roberto Crivellaro che ha segnato il miglior crono tra le Swift RST nella prova d’apertura del venerdì. Resta solo che attendere l’appuntamento conclusivo di questa stagione 2021 che si terrà in occasione del 41°Raly Città di Modena, valida come Finale Nazionale in programma il 30-31 ottobre prossimi.

CIR e CIRA 2 RM a Nucita e Lucchesi

A completare il trionfo della casa milanese sul palco d’arrivo dell’Arena di Verona sono stati i titoli CIR e CIRA 2 Ruote Motrici che sono stati conquistati rispettivamente da Andrea Nucita e dal giovanissimo astro nascente Christopher Lucchesi jr., entrambi su Peugeot 208 Rally4, che coglie anche il titolo Costruttori 2021.