,

Piloti Poliziotti: un 2023 positivo nei rally e in salita

fiorese zannoni casentino 2023

Pierdomenico Fiorese vince il Challenge Polizie su Davide Giordano e Walter Lamonato. Tutti i premi dell’Autoclub nazionale delle Forze di Polizia

Si consolida la compagine dei piloti poliziotti capace di incidere nelle classifiche delle competizioni motoristiche, sia nella velocità che nel pianeta dei rallies. Scrollate di dosso le difficoltà e incertezze conseguenti alla pandemia, ancor più gravose per i driver dei corpi di polizia che erano stati impegnati comunque non soltanto sulle strade di ogni giorno garantire la sicurezza dei cittadini pur non potendo dare sfogo alla loro passione per il volante, lo sport dei motori ha ripreso lo smalto di una delle discipline più seguite e amate dagli sportivi italiani. Così anche i drive poliziotti si sono rimessi in gioco sulle strade e i circuiti delle gare con rinnovata determinazione a migliorare le proprie prestazioni e a vincere, non soltanto i Challenge loro riservati, organizzati dall’Autoclub nazionale delle Forze di polizia (Acnfp), ma anche le gare in Italia e all’estero.

davide giordano
Giordano-Giordano Il Ciocco CRZ 2023

Sono quarant’anni che l’Acnfp accompagna i piloti poliziotti nel corso delle stagioni agonistiche, ed è riuscito a rafforzare, spiega il Presidente Angelo Rossi “il legame che unisce atleti tra i quali vengono condivise le fatiche, i sacrifici, gli impegni, ma anche le soddisfazioni, ovvero l’essenza dei valori insiti nell’automobilismo sportivo come in tutto gli altri sport”. “La stagione sportiva 2023 – prosegue Rossi – ha evidenziato un livello tecnico-agonistico dei nostri associati cresciuto ulteriormente, mentre i risultati confermano come l’esperienza possa rappresentare una chiave di volta ineludibile per dominare sulle quattro ruote come in altre discipline nelle quali non conta soltanto la fisicità e le performance, ma sono fondamentali l’esperienza e la capacità di saper gestire il livello di prestazioni raggiunto per mantenere posizioni utili rispetto alla classifica finale”.

walter lamonato francesco zannoni la piccola aurora beatrice croda e angelo rossi
Da sinistra Walter Lamonato, Francesco Zannoni, la piccola Aurora, Beatrice Croda e Angelo Rossi

Il Challenge 2023 Rally è arrivato alla 33. edizione, e ha visto il successo in assoluto di Pierdomenico Fiorese, un “veterano” dei rally, carabiniere di Bassano del Grappa, con un’esperienza ultradecennale grazie alla quale nella sua carriera vanta anche risultati da podio a livello internazionale. Fiorese, per ottenere questo risultato ha portato a termine tutte le gare alle quali ha partecipato, staccando tempi interessanti ma puntando soprattutto a concludere la gara, per racimolare i punti necessari per la vittoria finale. Molti amici e appassionati, anche dell’Arma, lo paragonano scherzando con un raffronto con la F1 a Niki Lauda, che fu soprannominato ‘il pilota ragioniere’, capace di calcolare curva dopo curva la condotta di gara da tenere per vincere. Fiorese ha corso con la Mitsubishi Evo X e con l’Alfa Romeo nel raggruppamento R/4. Un risultato ancor più significativo perché Fiorese ha corso con le auto quasi di serie del Gruppo N. Sempre nel Challenge Rally Polizie, al secondo posto, a parità di gare disputate, un altro veterano dell’Acnfp e dei rally: il poliziotto pistoiese Davide Giordano con la Skoda Fabia Gruppo R5. Giordano, sembra a distanza di anni luce, ma già negli anni ’90 correva con un’Opel Ascona alimentata con combustibile ecologico, ottenendo già allora buoni risultati. Più fresco di esperienza a livello nazionale ma già da anni sui campi di gara nella classifica del Challenge. Al terzo posto Walter Lamonato, poliziotto trevigiano con la Renault Clio S1600, e quarto Daniel Mores, poliziotto di Vicenza con la Skoda Fabia. Al quinto posto si è classificato il poliziotto pordenonese Marco Crozzoli, con l’Opel Astra GSi di classe A7, sesto Giovanni Giaquinto, carabiniere modenese con la Renault Clio Rally 5.

Davide Giordano, sempre nel Challenge internazionale rally polizie, si è rifatto nella classe Fino a 1600 cc, che ha vinto seguito da Lamonato, Giaquinto, Fiorese e Mores. Nella classe oltre 1600 cc successo di Fiorese con l’Alfa Romeo GTV, davanti a Crozzoli. Nel Gruppo N si è imposto Fiorese, mentre nel Gruppo A rally, sempre nel Challenge internazionale rally polizie 2023, ha vinto Giordano, precedendo nell’ordine Giaquinto, Fiorese, Lamonato e Crozzoli.

L’Autoclub premia anche i navigatori delle polizie, e a vincere è stata la padovana Raffaella Quetti dell’Esercito italiano, copilota di Mores. Sono premiati anche i navigatori simpatizzanti, ovvero i coequipier che non appartengono alle forze di polizia ma hanno gareggiato con piloti poliziotti: primo è Francesco Zannoni, copilota di Fiorese, seguito da Beatrice Croda (Lamonato), Andrea Giordano (Giordano), Filippo Nodale (Crozzoli), Monica Malverni (Giaquinto), Ezio Sichi (Giordano). L’Acnfp, per premiare i driver che hanno dimostrato il miglior rapporto tra risultati e rendimento, costanza delle prestazioni ha istituito l’International rally cup Polizie che è andata a Pier Domenico Fiorese, seguito da Giovanni Giaquinto.

“Per favorire e sostenere la continuità e il futuro nella specialità dei rally di una qualificata rappresentanza dei piloti delle polizie – specifica il presidente Rossi – ma anche incentivare il ricambio al volante da parte dei giovani appassionati abbiamo istituito una speciale classifica per i figli dei nostri driver”. Che per quanto riguarda la graduatoria assoluta piloti è stata vinta da Davide Rosini. Non poteva mancare la classifica per i figli dei navigatori simpatizzanti: primo Emanuele Mischi (Rosini), secondo Michele Marcucci (Rosini), terzo Elia Ungaro (Rosini). Tra i premiati dal Challenge 2023 anche Davide Giordano, vincitore assoluto della classifica over 55, ma anche del Trofeo Michelin CRZ6 e assoluto della classe R5 CRZ6.

Su richiesta di piloti e organizzatori, l’Acnfp, spiega ancora Rossi ha istituto anche la classifica del Challenge velocità polizie, che nel 2023 era giunto alla 23.edizione. “La classifica assoluta parla da sola – commenta il presidente Rossi – perché evidenzia la qualità e il livello tecnico dei piloti che aderiscono alle nostre iniziative”. Infatti, al secondo posto troviamo Piero Satulli, campione italiano ACI Sport classe RSD 2.0 Plus nel Campionato italiano velocità in montagna. A vincere il Challenge velocità polizie 2023 è stato il carabiniere Giovanni Grasso, con la Clio Cup RS 2.0 Plus. Ha regolato, come detto, il collega dell’Arma e campione tricolore, Piero Satulli, con la Seat Ibiza RS D 2.0 Plus, pur avendo disputato nella stagione 2023 una gara in meno (9 rispetto alle 10 di Satulli). Al terzo posto Abramo Antonicelli della Guardia di finanza con la BMW M3 e con l’Audi TT E2SH. Nell’ordine Claudio Pio, con la Citroen Saxo VTs RS1.6, e Stefano Marulli, con la Peugeot 106 RS1.4, entrambi della Guardia di Finanza, e il carabiniere Giuseppe Agnello, con la Lotus Exige E2SH. Nella classe fino a 1600 cc, primo Claudio Pio, secondo Stefano Marulli.