Paolo Andreucci in livrea MRF ma con le Scorpion

La C3 di Andreucci: livrea MRF con le Scorpion

Ci sono cose che, anche alla fine di una giornata stancante, balzano agli occhi. Si tratta delle famose “note stonate”. Quelle situazioni che si sa che avvengono perché sono lecite e perché, a volte, servono a migliorare determinati confronti e a portare avanti in modo serio e professionale lo sviluppo di un determinato prodotto, ma che inevitabilmente fanno notizia.

Nello stesso giorno in cui arriva l’ufficializzazione del passaggio del campione Paolo Andreucci a MRF Tyres, una decisione che lo slega da Pirelli e lo lega ad un altro Costruttore di pneumatici, ci vengono inviate diverse foto pubblicate dalla Grafiche Ottoquadro di Berni, che mostrano la bella C3 R5 di Ucci con montate sopra le gomme Pirelli Scorpion.

Non sappiamo se è stato fatto un test comparativo e neppure lo supponiamo, limitandoci a guardare e condividere con i nostri lettori le foto in questione. Tantomeno poniamo dubbi sulle capacità e sulla professionalità dell’equipaggio a cui è destinata la vettura rappresentata nelle immagini.

Paolo Andreucci in livrea MRF ma con le Scorpion

Belle, non c’è che dire… Belle le foto pubblicate, bella la nuova livrea di Paolino Nazionale e belle anche e calzature della Pirelli, le Scorpion, che si distinguono in modo vigoroso da quelle con cui Andreucci-Pinelli dovrebbero poi correre nel CIR Terra 2021, ma che restano pur sempre un’ottima gomma…

Riceviamo da Michael Adam Berni, amministratore della Grafiche Ottoquadro di Berni, nonché montatore della vettura di Paolo Andreucci, e volentieri pubblichiamo una precisazione in merito a quanto scritto:

Le gomme Scorpion di Pirelli sono state montate casualmente sulla vettura di Paolo Andreucci, la Citroen C3 R5 MRF Tyres, con il solo scopo di consentire il lavoro di finitura grafica della stessa. In questo caso specifico, trattandosi di un allestimento grafico, non importava tanto se le gomme montate fossero state Pirelli, MRF o Michelin, in quanto in sede di lavorazione della medesima livrea, era richiesto che la vettura necessitasse per una migliore realizzazione grafica, di avere disponibile su di essa di cerchi e gomme per farla stare in piedi.

A tal proposito non era nell’intenzione della Nostra testata giornalistica creare in nessun modo illazioni.