,

Paolo Andreucci ha scelto Rudy Briani e sogna il RIS

Paolo Andreucci esprime i suoi personali auguri di Natale ai lettori di RS e oltre

E’ un Paolo Andreucci pimpante e fiducioso quello che si prepara a tornare in abitacolo per giocarsi il successo nel Campionato Italiano Rally Terra. “L’avevo promesso che avrei continuano a correre, anche se al di fuori del Cir ed accanto al mio nuovo ruolo di tutor Peugeot – spiega Paolo in esclusiva a RS e oltre -. Ho sempre amato lo sterrato quindi mi ripresento su questo fondo con la 208 T16 della MM – grazie all’appoggio di Peletto, Fiamm, Easy Pay, Studio Strambi e Pirelli – con tutte le intenzioni di fare bene. I presupposti ci sono tutti e anche la prospettiva di ritrovarmi con fior di avversari, come Scandola e Longhi”.

Ucci prosegue anticipandoci che “per affrontare la stagione ho scelto di avere al mio fianco Rudy Briani, mantovano di nascita ma garfagnino di adozione. Per me una vecchia conoscenza, visto che da anni è al mio fianco nei test, anche se in gara sarà quasi un battesimo. L’unico precedente che ricordo è stato in un raid di qualche anno fa”. Dunque nessun ritiro dalle competizioni per il “nostro” Paolo. Ma esiste un programma? “Il mio programma? L’intero CIRT”. E chissà che nel CIRT 2019 non ci scappi anche la Sardegna…