Mads Ostberg, Rally Italia Sardegna 2021

Ostberg impreca anche contro le Pirelli e viene multato dalla FIA

Mads Ostberg si è giustamente sfogato ed è stato, secondo noi, ingiustamente multato dalla FIA. Questo lo possiamo dire? Ci ha messo l’anima e forse di più in questa gara e perdere per problemi tecnici con la vettura e con le gomme, diventa inaccettabile. Sesto assoluto, secondo nella classifica del WRC2 dietro Jari Huttunen, in Sardegna il norvegese non ha passeggiato.

Dopo le varie peripezie a cui è stato costretto, alla fine della PS18, in cui ha forato, secondo lui in modo inspiegabile, Ostberg si è dato al libero sfogo. E altro che aplomb norvegese… Ha preso a pugni il volante della sua auto e ha detto di tutto e di più. Non basta. In un’intervista successiva se l’è presa con Pirelli, che secondo lui ha la colpa di fornire degli pneumatici di pessima qualità.

Mads, successivamente, è stato ripreso e “pressato” ed è stato costretto a chiedere scusa per il linguaggio colorito utilizzato e anche per il suo comportamento. Nonostante ciò, alla FIA la questione non è andata giù e così ha punito Ostberg infliggendogli una multa di mille euro e penalizzandolo di 25 punti (attualmente sospesa per condizionale).

Gli steward, infatti, hanno criticato il linguaggio poco “amichevole” del norvegese che al fine prova della PS18 Aglientu-Santa Teresa si era lasciato andare a commenti poco lusinghieri sui pneumatici Pirelli. Proprio sulla speciale incriminata il norvegese ha forato ha suo avviso senza aver urtato nulla. In poche parole il pilota scandinavo ha etichettato i pneumatici Pirelli come gomme di m***a.

Dichiarazione che ha infastidito molto gli steward, che hanno multato come detto il norvegese e nel caso la scena si ripetesse la penalità in quel caso sarà di 25 punti di penalizzazione. Questa la nota diffusa dagli steward.

“Durante l’intervista allo stop della SS18, il pilota Mads Ostberg ha ripetutamente insultato per un discreto lasso di tempo. Nonostante gli steward capiscono che nella foga del momento, specialmente dopo aver avuto problemi durante una prova, può essere difficile controllare le proprie emozioni, i piloti devono comunque avere un discreto livello di controllo sulle loro parole durante una tappa. L’uso di parolacce è considerato un comportamento antisportivo. Danneggia l’immagine del motorsport in generale e contravviene ai valori difesi dalla FIA. Tutti i piloti del WRC devono sapere che sono visti come esempio da migliaia di fan’s”.

RS e oltre di giugno 2021: condividiamo passione

Copertina RS e oltre giugno 2021