,

Opel Corsa-e Rally presentata: ora inizia lo sviluppo

Una vista interna della Opel-Corsa-e-Rally

Lo sviluppo della Opel Corsa-e Rally è iniziato come da programma. La nuova auto da corsa elettrica equipaggiata con una batteria da 50 kWh sta affrontando i numerosi test di durata e di rendimento presso il Centro Prove di Dudenhofen. L’obiettivo è far rispettare alla Corsa-e Rally da 136 CV con 260 Nm di coppia i rigorosi standard della ADAC Opel e-Rally Cup.

Il debutto del primo campionato rally monomarca al mondo riservato alle auto elettriche è previsto per la fine dell’estate 2020. La prima stagione del campionato comprenderà almeno otto eventi e si estenderà fino al 2021, prevalentemente nell’ambito del Campionato Tedesco Rally (DRM). L’annuncio del calendario definitivo è pianificato per il Salone di Essen (30 novembre – 8 dicembre 2019).

La Opel Corsa-e Rally sarà presentata ai concorrenti e ai rappresentanti dei media il 18-19 ottobre durante la prova conclusiva del DRM 2019, l’ADAC 3-Städte Rallye nella regione di Freyung nella Bassa Baviera. La presentazione della ADAC Opel e-Rally Cup e della campagna promozionale congiunta di Opel e ADAC è prevista per venerdì alle 13.00 per i team e alle 14.00 per i rappresentanti dei media.

L’auto elettrica da corsa sarà esposta nel parco assistenza di Freyung nelle due giornate di gara. Jörg Schrott, Opel Motorsport Director, sarà presente per rispondere a eventuali domande di potenziali interessati e giornalisti.

“Fino a oggi il mondo del rally tedesco ha potuto leggere articoli sulla Opel Corsa-e Rally e ammirare il veicolo per la prima volta in occasione dell’anteprima mondiale ufficiale che si è tenuta al Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte – adesso abbiamo il piacere di presentare l’auto ai team rally durante il finale di stagione del DRM. Alcuni potenziali partecipanti, alcuni addirittura dall’estero, verranno all’ADAC 3-Städte Rallye appositamente per vedere il veicolo e per avere ulteriori notizie sul nostro futuro progetto. Non vediamo l’ora di entrare in contatto con i team per un proficuo scambio di opinioni ”, ha dichiarato Jörg Schrott.