Oliver Solberg in M-Sport nel 2023?

Con la decisione di Hyundai di non rinnovare il contratto allo svedese in vista della prossima stagione, il figlio di Petter guarda con interesse al team M-Sport per essere al via del WRC 2023.

Il mercato piloti nei giorni scorsi ha regalato i primi colpi di scena, con la Hyundai che non ha rinnovato il contratto a Oliver Solberg per il WRC 2023. Il giovane svedese era approdato nella serie iridata la passata stagione con un programma che prevedeva l’alternanza tra il WRC2 e la WRC Plus, raccogliendo con quest’ultima due settimi posti all’Artic Rally e in Catalunya ed un quinto posto all’ACI Rally Monza. Risultati che gli hanno permesso di trovare spazio nella squadra ufficiale, condividendo nel 2022 la terza Hyundai I20 Rally1 con Dani Sordo.

Purtroppo le sue prestazioni sono state al di sotto delle attese, perdendo nettamente il raffronto con il pilota spagnolo, con quest’ultimo che in sole tre partecipazioni è riuscito sempre a salire sul podio contribuendo alla causa della Casa coreana. Nelle ultime gare il giovane svedese è però riuscito a portare a casa un quarto posto ad Ypres ed una più che soddisfacente quinta posizione in Nuova Zelanda, ma nonostante i miglioramenti dimostrati la Hyundai ha preferito andare alla ricerca di un pilota più esperto di cui non conosciamo ancora l’identità.

L’unica opzione sul tavolo è quella di entrare tra le fila del team M-Sport per essere al via del prossimo Mondiale, e come sappiamo la squadra inglese non ha ancora definito la sua line-up per il 2023, con il solo Breen che ha un contratto per la prossima stagione. È difficile da dire al momento. Non c’è ancora niente di concreto. Hyundai è stata chiara sulle proprie aspettative e su questo non tornerà indietro. Toyota ha i migliori piloti e la miglior auto. Certo, in queste condizioni è difficile ottenere un posto. D’altra parte, penso che M-Sport abbia bisogno di piloti, ma non sono ancora sicuro che questa possa essere un’opzione. Spero di essere al via del Monte-Carlo con una WRC”.

Solberg ha comunque confermato di aver stabilito dei primi contatti con M-Sport. “Ottenere un volante sarebbe fantastico. M-Sport è il posto perfetto per far crescere un giovane pilota, perché hanno esperienza a riguardo”. Nel caso in cui non dovesse trovare posto su una Rally1, l’idea sarebbe quella di dirottare gli obiettivi verso il WRC2, escludendo la possibilità di correre da privato come aveva fatto il padre Petter tra il 2009 e il 2011. ” Se questa è l’ultima opportunità che mi resta allora la coglierò, ma questo non è assolutamente nei miei piani. Il mio sogno e il mio obiettivo è quello di essere nel WRC. Sarebbe bello sfruttare l’esperienza che ho ora invece di ricominciare da zero. Ma se è la mia unica opzione, allora ne terremo conto. Penso però che un impegno come pilota privato, con tutti i costi che comporta il WRC, non sia possibile”.