De Villiers, Dakar 2022

Nuova indagine su De Villiers su denuncia di Aoulad Ali

A quanto pare, Giniel de Villiers si è cacciato in un altro bel pasticcio. Il motociclista numero 163, Mohaedsaid Aoulad Ali, si è lamentato con l’organizzazione di essere rimasto bloccato in cima ad una duna durante il settore selettivo della tappa 2, dopo circa 180 chilometri di gara. In quel momento, mentre si preparava a sollevare la moto, ha sentito arrivare un’auto e si è allontanato. L’auto ha attraversato la sommità della duna e ha investito la moto, causando gravi danni meccanici.

L’autista ha denunciato di non essere riuscito a leggere il numero della vettura, che non si è fermata. Solo dopo si è accertato che il pilota in questione era il concorrente 207, Giniel De Villiers, che curiosamente era già stato coinvolto in una collisione dello stesso tipo il giorno prima.

La direzione di gara ha trasmesso tutti gli atti al Collegio dei Commissari Sportivi. Il sudafricano della Toyota, se l’analisi della situazione gli desse torto, rischia un’ulteriore penalizzazione fino anche all’esclusione visto che il comportamento anti sportivo sarebbe reiterato. Resta da vedere le conclusioni dell’indagine che si sta svolgendo.