Erik Cais, Rally di Roma 2021

Novità: nasce ERC All Live e si pensa al ritorno di Ypres

Lavori in corso nel FIA ERC in vista della stagione 2022, quella che segnerà il debutto del nuovo promoter nella massima serie europea dei rally. Il nuovo promoter, non è altri che lo stesso che già detiene i diritti del WRC e del RallyRX, sta studiando un cambiamento radicale per quel che riguarda la copertura mediatica della serie.

Dunque, anche il FIA ERC andrà ad usufruire di un servizio uguale a quello che offre WRC+ All Live, piattaforma che permette agli appassionati di seguire ogni singolo istante del Mondiale WRC, gustandosi dal divano di casa tutte le speciali in diretta e le interviste live dai fine prova e dai parchi assistenza. Ebbene, questa formula vincente sarà replicata anche per il Campionato Europeo, che dal prossimo anno usufruirà dunque di una copertura capillare completa. L’amministratore delegato di WRC Promoter, Jona Siebel ha dichiarato: “Dal 2018 in poi gli appassionati del World Rally Championship hanno potuto godere dello spettacolo del WRC in diretta, seguendo comodamente da casa ogni singola prova. Adesso vogliamo replicare questo modello di lavoro anche nel FIA ERC. Stiamo già collaborando con gli organizzatori delle gare per proporre un format forte per quel che riguarda il calendario unito ad una strategia di marketing e di comunicazione innovativa. Vogliamo colmare il divario tra eventi WRC ed ERC”.

Sulla stessa linea di pensiero anche Peter Thull Senior Sport Director di WRC Promoter, che a DirtFish ha spiegato il funzionamento di ERC All Live: “Vogliamo prendere quanto di buono fatto in questi anni nel WRC e trasferirlo al FIA ERC. Abbiamo un team di 80 persone che si muoveranno tra i due Campionati, proprio per questo stiamo studiando un calendario che non preveda sovrapposizioni e che intervalli le gare di almeno 15 giorni. A livello organizzativo qualcosa cambierà: sia a livello di tabella tempi distanze per permettere le dirette TV dai riordini e in più la TV sarà presente anche nei parchi assistenza. Sarà un copia-incolla di WRC All Live per permettere a tutti gli appassionati di non perdere neanche un secondo di gara. Faremo investimenti per quel che riguarda gli on-board, in maniera di rendere il servizio simile in tutto è per tutto a WRC All Live”.

Il calendario 2022 del FIA ERC sarà reso noto la prossima settimana, ma da quanto emerge non dovrebbe subire cambiamenti rispetto a quello 2021 con Polonia, Liepāja, Roma, Barum Zlín, Azzorre, Fafe, Ungheria e Islas Canarias sicure del loro posto, mentre sono ancora in corso le trattative per aggiungere Ypres, che risulterebbe essere la nona gara in calendario.