,

Nicolas Gilsoul è il nuovo navigatore di Loubet

L’esperto copilota belga dopo essere stato scaricato da Thierry Neuville alla vigilia della stagione 2021 ritorna nel WRC insieme a Pierre Louis Loubet, quest’ultimo autore di un 2022 convincente al volante della Ford Puma Rally1 del team M-Sport.

Se volgiamo lo sguardo al termine della passata stagione, la carriera di Pierre Louis Loubet sembrava essere arrivata ad un punto morto. Dopo la conquista del WRC2 nel 2019, il pilota corso aveva avuto la possibilità di correre nel biennio 2020-2021 con una Hyundai I20 WRC Plus della 2C Competition, senza però mai ottenere grandissimi risultati, anche se bisogna sottolineare che la vettura non era di certo allo stesso livello delle I20 portate in gara dai vari Neuville, Tänak, Sordo o Breen. Con nessuna prospettiva di approdare nella squadra ufficiale Hyundai, per il 2022 Loubet è riuscito ad accordarsi con il team M-Sport per disputare sette rally con la nuova Ford Puma Rally1, riscattando alla grande due annate prive di soddisfazioni e cogliendo due ottimi quarti posti in Sardegna e all’Acropoli.

In vista del 2023 il giovane transalpino si è però dovuto mettere subito al lavoro per rimpiazzare il suo navigatore Vincent Landais, passato al fianco di Sèbastien Ogier a partire dal Rally del Giappone. Grazie anche alle influenze della scuderia britannica si è giunti ad un accordo con l’esperto Nicolas Gilsoul, ex copilota di Thierry Neuville. Il belga vanta un curriculum di tutto rispetto, con all’attivo 114 presenze nel WRC, 43 podi e 13 vittorie iridate. Dopo la burrascosa separazione da Neuville, Gilsoul ha disputato nel 2021 il Rally di Sanremo con Paul Antoine Santoni per poi passare quest’anno sul sedile di destra del connazionale Gino Bux nel campionato belga. Per preparare al meglio il Monte Carlo, l’equipaggio franco-belga sarà al via la prossima settimana al Rallye National Hivernal du Dévoluy, al volante di una Ford Fiesta Rally2.