Copertina RS gennaio 2022

Nel WRC (quasi) scompare l’Italia

A metà dello scorso mese di dicembre, l’ingegnere Andrea Adamo si è dimesso dal ruolo di team manager di Hyundai Motorsport. La rottura era nell’aria dopo un 2021 di tensioni, ma non è legata a dissidi interni, nonostante le dimissioni dell’ingegnere piemontese siano state irrevocabili e con decorrenza immediata. Il nostro augurio è che dietro questa decisione non ci siano problemi di salute e, per quanto ci riguarda, auguriamo ad Adamo i migliori successi nelle nuove sfide che affronterà.

Con i suoi modi, Andrea ha segnato (in positivo e in negativo) la comunicazione degli ultimi anni del WRC. Con l’uscita di scena dell’ingegnere, però, di Italia nel WRC resta solo una prova del calendario gare e un Costruttore di pneumatici, Pirelli, spesso contestato nella stagione 2021. Classe 1971, Adamo è stato l’uomo del rilancio di Hyundai nelle corse, insieme ad Alain Penasse e a Michele Nandan. È un ingegnere italiano simbolo di più epoche tecnologiche. Tra il 1995 e il 2008 lavora come tecnico dell’aerodinamica, ingegnere di gara, head designer e direttore tecnico nei campionati DTM e Superturismo.

Dal 2009 al 2011 è alla Lola dove progetta alcune vetture per la categoria Le Mans Prototype. Inoltre, si dedica alla realizzazione di una Porsche Panamera per la Superstars Series e insieme a Claudio Berro realizza laLotus Exige S R-GT, che però non correrà mai a causa dei mancati investimenti della Casa. Poi arriva una bella parentesi in N.Technology, che aveva ereditato il privilegio di possedere un team altamente qualificato, talentuoso e dedicato, con a capo un team di gestione guidato dai co-fondatori Mauro Sipsz e Monica Bregoli.

In questo contesto, in cui per un certo periodo operò anche Franco Cunico, Andrea arrivò come ex-direttore tecnico di Abarth con responsabilità di progettazione e sviluppo, e firmò le vetture di maggior successo della recente storia di rally e corse: Alfa Romeo 156 Super 2000, 156 D2 e 147 Super Production, Ferrari 575 GTC, Fiat Grande Punto Super 2000, Punto Super 1600, Abarth Grande Punto Super 2000, Pandakar e non da ultima la Porsche Panamera S.

Successivamente diviene ingegnere capo alla JAS Motorsport per il World Touring Car Championship e nel 2015 transita per un breve periodo in FCA Italy, dove prende parte alla progettazione del modello di serie Alfa Romeo Giulia, poi entra in Hyundai Motorsport come responsabile dei programmi sportivi per i team clienti. Con Adamo il reparto è decollato. Mai prima di quel momento Hyundai aveva venduto tante vetture sportive in giro per il mondo.

Non a caso nel gennaio 2019 diviene il team principal di Hyundai nel Campionato del Mondo Rally, prendendo il posto di Michel Nandan. Sotto la sua guida, la squadra vince nella stagione 2019 il titolo Costruttori, il primo nella storia della Casa sudcoreana, ripetendosi l’anno successivo. In pista la Hyundai sotto Adamo ha vinto nel WTCR due titoli piloti (2018 Gabriele Tarquini e 2019 Norbert Michelisz) e un titolo Costruttori (2018). Il resto è storia da scrivere nella stagione appena iniziata con il MonteCarlo.

L’editoriale di RS e oltre di gennaio 2022

Copertina RS gennaio 2022

Scarica la nostra app o accedi da PC, registrati gratis

Successivamente puoi abbonarti o comprare la copia di tuo interesse

Il tuo sostegno ci aiuta a migliorare giorno dopo giorno il servizio che offriamo a te a tutti i nostri amici lettori

Cosa sapere sull’abbonamento a RS e oltre

  • Registrarsi per attivare un account è gratuito
  • Le nostre app sono gratuite, ma per ora dall’app non si può pagare
  • Dopo aver effettuato la registrazione (puoi cliccare qui) ci si potrà abbonare pagando direttamente dal PC
  • Disponibile abbonamento singolo, digitale o cartaceo, o doppio, sia digitale sia cartaceo
  • Acquistabile anche la copia singola

Opzioni di acquisto

  • Singola copia digitale – 3,00 euro
  • Singola copia cartacea + spedizione – 6,50 euro
  • Abbonamento digitale 12 numeri con accesso all’archivio storico – 35,00 euro
  • Abbonamento cartaceo e digitale 12 numeri con accesso all’archivio storico + spedizione – 70,00 euro
  • Abbonamento cartaceo 12 numeri + spedizione – 50,00 euro

Si può scegliere di leggere il giornale sul PC o sullo smartphone e sul tablet o se farsi leggere gli articoli dall’assistente digitale, ascoltandone i contenuti. Si può accedere all’archivio storico di RS e oltre gratuitamente per tutta la durata dell’abbonamento