Andreas Mikkelsen

Mikkelsen tra voglia di WRC e timori per Hyundai

Alla vigilia dell’Arctic Rally Finland, secondo round del Mondiale WRC, Andreas Mikkelsen torna a parlare del suo presente e del suo futuro. Il presente come tutti ormai sappiamo è legato a Skoda Motorsport e Toksport, con cui disputerà sia il WRC2 che l’ERC. A questo programma già abbastanza ricco, parliamo di 15-16 gare con la Fabia Rally2, si potrebbero aggiungere, ma qui il condizionale è d’obbligo, alcune gare al volante della Ford Fiesta WRC.

Il futuro, invece è ancora avvolto nella nebbia, ma il driver norvegese ha comunque le idee ben chiare. Tornare al volante di una WRC/Rally1 da ufficiale e quindi pagato.

Alla domande se c’è la possibilità di disputare un mini programma con la vettura dell’ovale blu, Andreas Mikkelsen ha risposto: “Si potrebbe accadere, stiamo lavorando a questa opportunità. Voglio tornare a guidare una vettura WRC già da questa stagione. Avevamo avviato alcune discussioni con Rich e Malcolm, eravamo vicini a chiudere un’accordo, poi è arrivata Toksport che mi ha fatto una buona offerta è tutto se fermato.

L’offerta era allettante correre il WRC2 e l’ERC con il chiaro obbiettivo di fare la doppietta di titoli e allo stesso tempo occuparmi dello sviluppo della vettura in tutto il 2021. Naturalmente so che non è come correre con una WRC! Il mio obiettivo è tornare al volante di una WRC ed essere pagato per correre”.

Ma a turbare i sogni di rientro di Mikkelsen, potrebbe essere un possibile addio al Mondiale di Hyundai già dal 2022. In casa Hyundai, tutto tace per quel che riguarda la stagione 2022 ed il tempo stringe sempre di più “Se Hyundai dovesse ritirarsi nel 2022, sarebbe un grosso problema. Ci sarebbero pochissime auto a disposizione e tantissimi piloti a caccia di quei pochi sedili, sarebbe molto difficile trovare posto. Speriamo che Hyundai nel 2022 possa far compagnia a Ford M-Sport e ad Toyota”.