Memory Fornaca ,il punto post Campagnolo e prima del Lana

Memory Fornaca: il punto post Campagnolo e prima del Lana

Dopo la tradizionale tappa al Rally Campagnolo, svoltosi in provincia di Vicenza a cavallo tra maggio e giugno, il Memory Fornaca 2019 è arrivato al giro di boa e, grazie anche al nuovo sistema di attribuzione dei punteggi, propone una classifica assoluta molto corta con quattro equipaggi racchiusi in soli sei punti.

Ben ventiquattro i contendenti al via del terzo round della Serie, molti dei quali non hanno mancato la tradizionale tappa pre-gara presso l’affollato stand degli “Amici di Nino” dove la segreteria è sempre ben supportata a livello enogastronomico.

Dopo le nove combattute prove speciali, Alberto Battistolli e Luigi Cazzaro si sono rifatti della delusione del Valsugana e vincendo meritatamente il rally alla guida della Lancia Rally 037 Gruppo B, si sono portati al comando del Memory con 54 punti: ora precedono di due lunghezze l’accoppiata Riolo e “Lucky” appaiati sul secondo gradino del podio provvisorio; il primo sulla Subaru Legacy condivisa con Gianfranco Rappa e portata in quarta posizione in gara, il secondo con Fabrizia Pons e la Lancia Delta Integrale con la quale hanno chiuso terzi assoluti.

Chi scivola di qualche posizione ma rimane comunque a ridosso del terzetto con 48 punti, è l’equipaggio Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio, unici all’arrivo in tutte le gare finora disputate, con la Porsche 911 SC. Per la quinta posizione si deve scendere a quota 32, i punti di Tiziano e Francesca Nerobutto beffati proprio sull’ultima prova speciale per un problema alla loro Opel Ascona 400.

Uno sguardo alle classi con la 1600 al comando della quale vi sono Luca Delle Coste e Franca Regis Milano con la Fiat Ritmo 75, mentre nella 1300 conducono Massimo Giuliani e Claudia Sora su Lancia Fulvia HF 1.3; nella speciale graduatoria riservata alle Autobianchi A112 sono sei i punti coi quali Nicola Cazzaro e Giovanni Brunaporto conducono su Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni.

Ancora con le classifiche speciali: la femminile vede saldamente al comando Fabrizia Pons mentre tra le scuderie svetta il Team Bassano con ampio margine sul Rally Club Team. Prossimo importante appuntamento, prima della pausa estiva, con la nona edizione del Rally Lana Storico in programma a Biella il 22 e 23 giugno prossimi.

Da Biella inizia la corsa ai titoli dei trofei

Mentre scorre veloce il conto alla rovescia verso la data di chiusura delle iscrizioni fissata per lunedì 17 giugno, il Rally Lana Storico una volta di più sarà gara di avvio della seconda tornata della maggior parte dei Campionati e Serie private per il quale ha validità.

A richiamare a Biella un gran numero d’equipaggi, in primis sarà il Campionato Italiano Rally Autostoriche che dall’evento organizzato da Veglio 4×4 e BMT Eventi in collaborazione col locale Automobile Club, vedrà partire il secondo girone di quattro gare dopo che il primo si è chiuso al Rally Campagnolo d’inizio mese. Sulle tecniche ed apprezzate dieci prove speciali teatro della gara biellese scatterà la seconda fase anche per il Memory Fornaca e la Michelin Historic Rally Cup, mentre sempre avvincente Trofeo A112 Abarth Yokohama andrà a chiudere il primo girone, come previsto dal regolamento 2019 della Serie organizzata dal Team Bassano. Un occhio di riguardo anche al Trofeo Rally della prima Zona che al Lana, disputando solo la prima tappa su sei prove, porrà il secondo dei quattro tasselli prima della finale di metà novembre a Chieri.

Passando al settore della regolarità, riflettori puntati su quella “a media” con la seconda edizione della gara con questa regolamentazione che viene ad essere il perfetto spartiacque del Campionato Italiano di specialità essendo l’appuntamento biellese il quarto sui sette inseriti nel calendario 2019.

Tanti i motivi d’interesse, quindi, per il Rally Lana Storico che ai numerosi premi e punti che andrà a mettere in palio, aggiunge anche i due importanti premi “Trofeo Meme Gubernati” da assegnare al primo equipaggio interamente licenziato ACI Biella ed il Trofeo BMT che andrà a premiare la prima scuderia classificata.