WRC 2021: Hyundai con Sordo al Monte e Breen in Svezia

Meeke e Sordo con il team di Al-Attiyah alla Qatar Baja

Saranno ventotto gli equipaggi che si sfideranno nella Qatar International Baja, dove andrà in scena il secondo atto della FIA Middle-East Cup for Cross-Country Baja. La gara in programma nel fine settimana che va dal 24 al 26 marzo si svolgerà negli spazi del circuito di Losail, lo stesso che per intenderci ospita il Gran Premio di F1 e di Moto GP.

Gli occhi di tutti saranno puntati sul favoritissimo padrone di casa Nasser Al-Attiyah che proverà a portarsi a casa la vittoria sulle “dune di casa”, ma dovrà vedersela contro un plotone di agguerriti avversari tra cui spiccano i nomi dell’ex pilota del WRC2 il saudita Yazeed Al-Rajhi e quello di Yasir Seaidan. A questi in Qatar si andranno ad aggiungere due volti noti e molto amati del rallysmo Mondiale, il britannico Kris Meeke e lo spagnolo Dani Sordo.

Per Kris Meeke si tratterà di un ritorno sulle dune dopo l’esperienza alla Dakar 2021. Il britannico alla sua prima Dakar condizionata da una miriade di problemi tecnici, elettrici e meccanici alla sua vettura è comunque riuscito a concludere la gara e togliersi lo sfizio di vincere due prove cronometrate. Al suo fianco in questa avventura in terra medio-orientale ci sarà il francese François Cazalet, ex-navigatore della spagnola Cristina Gutierrez.

Se per Meeke non sarà un vero e proprio debutto in questa specialità, per Dani Sordo questa gara sarà il debutto assoluto nelle competizioni rally-raid. Il pilota iberico, attualmente in forza con Hyundai Motorsport, con la quale dovrebbe disputare almeno Portogallo, Sardegna e Spagna, ha annunciato la sua presenza alla gara qatariota tramite i suoi canali social: “Sono lieto di comunicarvi che prenderò parte al Qatar Baja International in programma a Losail dal 24 al 26 marzo. Correrò con una Cam-Am Maverik, ringrazio Nasser e Mathieu per questo straordinario invito che non potevo rifiutare. Dal mio canto cercherò di apprendere e di imparare il più possibile dai piloti più esperti di me”.

La gara sarà lunga 455 chilometri con tratti di strada sterrata e sabbiosa con dune che richiamano quelle della vicina Arabia Saudita, teatro dell’ultima Dakar corsa in gennaio.