Martini riabbraccia il Rally Costa Smeralda

Chiudete per un secondo gli occhi e pensate di tornare ai gloriosi anni ’80, quelli dell’epopea d’oro dei rally. All’epoca Martini era non solo lo sponsor principale della Lancia, ma anche di una delle gare più belle e difficili dei Campionati Italiano ed Europeo, il Rally Costa Smeralda.

La quinta edizione del Rally Costa Smeralda Storico, gara organizzata da AC Sassari con il supporto della Regione Sardegna e valevole per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche e per il Campionato Europeo Regolarità, avrà il supporto della Martini. Un bel colpo messo a segno dagli organizzatori della gara della Costa Smeralda (in programma dal 8 al 10 maggio), che punta a dar ancora più lustro ad una competizione che ha come obiettivo a medio termine quello dell’ingresso nel Campionato Europeo Rally Autostoriche.

“Una soddisfazione incredibile – ha commentato Giulio Pes di San Vittorio, Presidente Aci Sassari – resa possibile dalla sinergia di tutti gli attori storici di questo evento: l’AC Sassari, la RAS – Regione Autonoma della Sardegna con l’assessore al Turismo Gianni Chessa, il Consorzio Costa Smeralda e Martini oltre al cruciale apporto di ACI Automobile Club d’Italia , del Presidente Ing. Angelo Sticchi Damiani e del Comune di Arzachena nella persona del Sindaco Roberto Ragnedda”.

Il format della gara sarà più o meno simile a quello dell’edizione 2021 e avrà a Porto Cervo il suo epicentro. Infatti, il centro smeraldino ospiterà la cerimonia di partenza e di arrivo della gara, direzione gara e sala stampa. Da segnalare che la prova smeraldina nella sua edizione storica ha visto nella sua prima edizione del 2018 la vittoria di Iccolti (Porsche 911), poi nel 2019 il più bravo è stato Luise (Fiat Ritmo), nel 2020 a vincere sono stati Lucky-Pons (Lancia Delta HF Integrale) ed infine l’anno scorso a primeggiare è stato Lombardo su Porsche Carrera RS.