Martin Koči

Martin Koči si fa strada nell’Europeo Rally

Martin Koči, due volte campione slovacco rally nel 2018 e nel 2019, ha preso il posto di Roman Odložilík al Barum Czech Rally Zlín 2021. Il classe 1993, navigato per la prima volta dal ceco Martin Tureček, ha conquistato un’ottima decima posizione assoluta con la Skoda Fabia Rally2 Evo gestita e preparata dalla TRT Technology. La differente lingua poteva essere un gran problema, ma in fondo non è stato così. La lingua ceca e quella slovacca sono uguali al 90% e, quando Koči era un bambino, guardava i film in lingua ceca.

“È incredibile e sono super felice di aver avuto questa bella possibilità”, ha detto lo slovacco. “Nonostante questa occasione, avrei preferito avere più tempo per prepararmi. Mi sarebbe piaciuto svolgere qualche test o guardare gli onboard per prendere più confidenza con la macchina”. “Non voglio dire che sia troppo difficile, ma è differente. Mentalmente ero in una 2WD e dopo un anno guidare una 4WD non è mai facile. In ogni caso è stata un’esperienza molto formativa”.

Il rallista slovacco non correva da più di un anno con una vettura della classe RC2. Dal 6 all’8 agosto 2020 prese parte al Rajd Rzeszowski, tappa del FIA Central European Zone, del Campionato Slovacco Rally e del Campionato Polacco Rally. In quell’occasione conquistò la quarta posizione assoluta con la Skoda Fabia Rally2 EVO della Škoda Slovakia Motorsport.

Quest’anno il figlio d’arte corre regolarmente anche nel Campionato del Mondo Junior con la Ford Fiesta Rally4, vettura preparata dalla Styllex Motorsport s.r.o. e avente il telaio numero 87. Viene navigato da Petr Těšínský. In Croazia e in Portogallo sono finiti a ridosso del podio, mentre in Estonia si sono dovuti ritirare per la rottura dell’albero di trasmissione della loro Fiesta. Attualmente occupano la settima posizione nella classifica generale.

Koči, in conclusione, ha anche affermato di essere rimasto sconcertato ed impressionato dopo aver ricevuto la chiamata all’ultimo minuto dal team. “Probabilmente avrei seguito questo evento come spettatore. Non sono solo un pilota, ma anche un appassionato di rally. Abbiamo dovuto parlarne per vedere se era possibile ed è stato incredibile realizzare tutto ciò. Mi piacerebbe avere di nuovo questa possibilità”.

In edicola e in digitale

Copertina RS RallySlalom Settembre 2021