M-Sport punta Craig Breen: a rischio Teemu Suninen

I rumors di un interessamento da parte di M-Sport verso l’irlandese Craig Breen circolano ormai da un po’ di tempo. La notizia è stata confermata dallo stesso Malcolm Wilson che ha ammesso che il nome del pilota irlandese e nella lista dei possibili papabili ad un sedile con la Puma Rally1 per la stagione 2022.

Al momento la casa dell’Ovale Blu non ha ancora ufficializzato i nomi degli equipaggi per la stagione 2022. L’unico al momento vicino ad una conferma pare essere Adrien Fourmaux che ha scalato le gerarchie del team britannico a suon di ottimi risultati e dietro di sé ha la FFSA e Red Bull che spingono forte. Per quel che riguarda le posizioni di Suninen e Greensmith al momento sono in corso trattative, ma è lo stesso Wilson a spiegare che ci sono diversi nomi nella lista della casa britannica. Non dimentichiamo, però, che Wilson è colui che da gennaio andava ripetendo che nel 2022 avrebbe corso la Fiesta RS WRC e non la Puma.

“Al momento attuale – spiega Wilson – stiamo parlando con diversi piloti, uno di questi è Craig Breen. Craig ha iniziato la sua carriera con noi, ha trascorso molto tempo con i ragazzi del Team e i meccanici. In questi ultimi anni è cresciuto tantissimo, ormai è un pilota di altissimo livello. Penso che si adatterebbe benissimo al nostro ambiente, la nostra scuderia per lui resta una grande famiglia”.

Craig con i colori M-Sport ha vinto il WRC Academy nella stagione 2011 e nell’annata successiva ha trionfato nel S-WRC, trofeo che all’epoca era riservato alle vetture S2000. L’irlandese ha sempre affermato che il suo sogno è quello di poter competere in una stagione del Mondiale completa. Ora tocca ad Andrea Adamo ingaggiarlo o farselo portare via.

“Non penso ci sia bisogno di essere un matematico per capire che è impossibile giocarsi un titolo mondiale correndo metà delle gare – afferma Breen -. Al momento stiamo esaminando tutte le opzioni, con Hyundai mi trovo molto bene, ma in questi casi il futuro non è solo nelle mie mani. Dovremo lavorare per cercare un’opportunità che mi permetta di competere in una stagione completa nel Mondiale WRC”. Il nome di Craig Breen si aggiunge a quelli di Andreas Mikkelsen e Esapekka Lappi, altri due piloti osservati speciali dalla casa britannica.

Sul filo del rasoio la posizione di Teemu Suninen, reduce da una prima parte di stagione assolutamente negativa. Il finlandese ha fallito tutte le occasioni che il team gli ha concesso in questa stagione cominciando dal Monte-Carlo e la Sardegna dove la sua gara è finita sul primo tratto cronometrato del rally e soprattutto in Estonia e all’Arctic gare considerate di casa per il finnico in cui ha ampiamente deluso le tante aspettative. Inoltre è uscito surclassato dalla sfida con il debuttante Adrien Fourmaux autore di prestazioni molto importanti al suo debutto con la WRC e spesso e volentieri e apparso perfino più lento di Gus Greensmith. Al momento incerta anche la posizione dell’ex portiere del Manchester City, che nell’ultimo periodo ha spesso e volentieri esternato critiche al Team per la scarsa affidabilità della vettura.

Il 5 agosto in edicola: un carico di passione

Copertina RS e oltre agosto 2021