Luca Pierotti e Manuela MIlli puntano Premio Rally Aci Lucca

Luca Pierotti: il grande obiettivo finale

Racconta di Como e sorride, ripensando alla banalità dell’aver appreso della finale in maniera fortuita. “Non era programmata, fino a quando qualcuno mi ha chiesto se fossi stato presente, in occasione del Città di Pistoia di ottobre” fa Luca Pierotti, anticipando un resoconto che – lui stesso – poco dopo definirà soddisfacente.

La prima stagione al volante della Skoda Fabia R5 non ha disatteso le aspettative, alimentando prerogative che guardano, ancora, al CRZ prima ed alla Coppa Italia poi. Nel mezzo, però, c’è la libera professione, condita di impegni che lasciano all’agenda fin troppa voce in capitolo. “Sì, al Ciocco vorrei esserci” conferma il lucchese, atteso ad un confronto che – mai come quest’anno – promette scintille.

Esserci al Ciocco per ritentare la cavalcata verso Como?

“Spero di riuscire a fare almeno tre gare per potermela giocare in finale. Non sarà facile perché, già fin da adesso, l’agenda è piena zeppa di udienze ed altri mille impegni lavorativi ma la prerogativa è quella di esserci. Certo, partecipare al Ciocco in versione regionale è fattibile, vista la distanza ma lo stesso impegnativo. Spero che rimanga tutto com’è, di modo da evitare anche un solo passaggio di ricognizioni ed ottimizzare il tempo a disposizione”.

Lo scorso anno non ti è detta bene sulle strade della Mediavalle…

“Sulla penultima prova, dove eravamo primi, abbiamo forato. Alla fine, siamo arrivati terzi assoluti alla prima esperienza sulla Skoda Fabia. Poteva andare certamente peggio e, comunque, le soddisfazioni ce le siamo tolte nelle gare successive, al Valdinievole ed al Rally degli Abeti. A Casciana Terme abbiamo sofferto problemi di elettronica, concludendo quarti ed arrivando sulla pedana solo per obblighi morali verso la nostra scuderia, che è l’organizzatrice”.

Questo è un contenuto premium. Continua la tua lettura sul giornale. Scarica l’app o accedi da PC, abbonati e immergiti nella tua più grande passione

Quanto costa abbonarsi ad RS e oltre

  • Registrarsi per attivare un account è del tutto gratuito
  • Le nostre app sono gratuite
  • Dopo aver effettuato la registrazione (clicca qui), ci si potrà abbonare

Si avranno tre opzioni di acquisto, che riportiamo di seguito:

  • La singola copia di RS a 2 euro
  • L’abbonamento digitale di 12 numeri (12 mesi) a 25 euro*
  • L’abbonamento Plus digitale rivista cartacea + rivista elettronica di 12 numeri (12 mesi) a 60 euro*

Si può scegliere se leggere il giornale sul PC o su smartphone e tablet (tramite l’apposita app di Android e IOS) o se farsi leggere gli articoli, ascoltandone i contenuti. Si può accedere all’archivio storico di RS gratuitamente per tutta la durata dell’abbonamento.