Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono il Rally del Ciocco 2019

Loran e DP Autosport litigano: chi gestirà il programma di Basso?

Sabato 22 giugno “volano gli stracci” tra Loran e DP Autosport (che si incontreranno per risolvere mercoledì 26 giugno) e l’eco della lite getta dal letto chiunque domenica 23. Nel braccio di ferro, se così si può chiamare e che durava da oltre un mese, rimane incastrato ma non schiacciato il programma nel Campionato Italiano Rally con Giandomenico Basso, Lorenzo Granai e la Skoda Fabia R5. Uno strappo insanabile tra la squadra di Andrea Minchella e il team di Alessandro Pedrocchi, alla vigilia di un incontro che si preannuncia come il finale di “Via col vento”.

Per fortuna, non sarà Giandomenico Basso a pagarne le più dirette e immediate conseguenze di questo clamoroso divorzio, che avviene a metà stagione, che si sperava di riuscire a scongiurare e che arriva subito dopo il bellissimo successo del driver veneto al Rally Italia Sardegna. Ma andiamo con ordine. Cos’è successo? Ancora di ufficiale nulla, l’incontro tra il team di Minchella e quello di Pedrocchi avverrà mercoledì, ma è certo che una delle due parti si dovrà fermare. Tirarsi indietro no, ma fermarsi sì.

Non è un fulmine a ciel sereno. Le prime prime avvisaglie di ciò che si sarebbe trasformata in una lite si erano avute già nel mese di maggio, all’inizio. “Tranquilli, non sta succedendo nulla”, diceva Giandomenico Basso a chi gli chiedeva informazioni su queste continue indiscrezioni che lo volevano addirittura interessato ad una Hyundai i20 R5, poi smentite anche dai fatti, visto che nello stesso mese è nato il Hyundai Rally Team Italia dei fratelli Umberto e Riccardo Scandola. Evidentemente, il malessere è maturato.

In Loran sono tranquilli, non confermano e non smentiscono. Preferiscono non commentare l’accaduto alla vigilia dell’incontro: “Non sarebbe corretto nei confronti di un nostro partner”, precisano. E chiariscono che l’impegno della squadra laziale nel Cir 2019 al fianco di Basso non è destinato ad interrompersi in alcun modo. Giovedì forse potremo dire bene così. Al momento, Minchella è costretto a guardarsi intorno, sempre nell’orbita di team che sappiano prendersi cura della Skoda Fabia R5, senza dimenticare l’obiettivo di partenza: il successo nel Tricolore Rally 2019. La prossima tappa del Cir si avvicina inesorabile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Vuoi condividere con RS cosa pensi o vuoi fare segnalazioni?