Loeb presente anche al Safari Rally

Dopo la strepitosa vittoria ottenuta sulla strade del Principato e la poco fortunata apparizione al Rally del Portogallo, il nove volte campione del mondo ritornerà al volante della Ford Puma del team M-Sport Ford in occasione del Safari Rally Kenya. Un rally che si preannuncia fin da subito avvincente, visto che Toyota ha confermato la presenza del campione del mondo in carica Sebastièn Ogier, con i due piloti più vincenti della storia del WRC che si scontreranno per la terza volta in stagione.

Per M-Sport la presenza di Loeb sarà anche una grossa occasione per mettere in mostra tutte le qualità della nuova Ford Puma Rally1 Ecoboost Hybrid. Dopo il successo a Monte Carlo, anche sulle PS portoghesi il duo Loeb-Galmiche aveva di nuovo stupito tutti grazie ad una prestazione davvero mostruosa che gli aveva portati al comando della gara. Peccato per il ritiro a seguito di una toccata che a messo fine ai sogni di gloria. Il francese, inoltre, ritornerà a disputare la gara keniota a 20 anni di distanza, quando con la Citroen Xsara WRC colse un quinto posto assoluto. C’è da dire che l’edizione di quest’anno ha poco a che vedere con il Safari disputato da Loeb nell’ormai lontano 2002, ma il campione alsaziano si è comunque dichiarato pronto.

“E’ stato bello vedere quanto fossimo competitivi in Portogallo al volante della Puma, è stato incoraggiante. E’ bello sapere che la vettura è competitiva anche sullo sterrato. Il Kenya è stupendo. E’ un rally dove ho più ricordi! All’epoca il Rally del Kenya era una gara molto differente. Era davvero una gara selvaggia. Sicuramente sarà difficile perché arriviamo in un rally dove non abbiamo mai corso, non conosciamo le speciali. Non sarà facile, ma sono davvero felice di correre!”.

Anche Richard Millener, Team Principal di M-Sport, non vede l’ora di vedere di nuovo in azione Sua Maestà Loeb. “Séb ha ovviamente record straordinari sullo sterrato. Abbiamo già visto di cosa sia ancora capace sia a Monte-Carlo che in Portogallo. I suoi risultati ci hanno anche mostrato quali siano le potenzialità della vettura. E’ sempre fantastico avere Séb con noi, non solo per l’atmosfera che c’è al Parco Assistenza, ma anche per la sua guida e la motivazione, una cosa da cui tutti quanti attingiamo venendone contagiati”.