Elfyn Evans con la Ford Fiesta WRc al rally Mexico 2019

L’ibrido che tenta Ford: tornerà ufficialmente nel 2023?

Sarà difficile per Ford Motor Company tornare ufficialmente al Mondiale Rally, nonostante l’ibrido nel WRC piaccia al Costruttore americano. Lo sostiene Richard Millener, capo di M-Sport Ford WRT. Millener ha rivelato che il marchio ha familiarità con “ciò che stiamo facendo. Lavoriamo a stretto contatto con Ford Performance, ma non torneranno ufficialmente”.

Ford ha ufficialmente abbandonato il WRC nel 2012 e da allora è supporta da M-Sport. L’arrivo dei propulsori ibridi, si sperava, potesse essere un incentivo al ritorno, ma sembra molto difficile per il momento che Ford possa prenderlo in considerazione. Millener ha sottolineato l’importanza dell’introduzione dei sistemi ibridi nei rally per allinearsi al mercato automobilistico e in questo modo attrarre un numero maggiore di Case.

Tuttavia, ritiene che l’eventuale ingresso di un nuovo marchio nel WRC non avverrà prima del 2023 o del 2024, sottolineando che la cosa importante ora è “mantenere i Costruttori che abbiamo”. Ford Motor Company ha attraversato anni complicati, con un calo delle vendite e della redditività. Di recente ha presentato il piano per il futuro.

L’obiettivo è rendere il marchio un fornitore di servizi di mobilità globale, ovvero investire sempre di più nell’elettrificazione, in veicoli intelligenti e autonomi per generare redditività attraverso i servizi. Ford sostiene che il numero di persone che possiederanno un’auto diminuirà in futuro. Da qui la scommessa sulla diversificazione dei servizi.