Arriva il Lessinia Rally Historic

Lessinia Rally Historic e LessiniaSport il 15 e 16 febbraio

Manca solo un mese al 1° Lessinia Rally Historic, il rally storico organizzato dal Rally Club Valpantena in programma il 15 e 16 febbraio prossimi, che si correrà in abbinamento al 9° LessiniaSport, l’oramai classica regolarità sport di inizio stagione organizzata dal Rally Club Valpantena. Con l’apertura delle iscrizioni, la macchina organizzativa è entrata nella sua ultima fase, quella totalmente operativa per preparare l’atteso evento che inaugurerà la stagione 2019. La manifestazione disegnata dal sodalizio veronese strizza l’occhio a team, scuderie, piloti del mondo della auto storiche perché grazie alla data e alla conformazione logistica si presenta come un evento perfetto per testare uomini e mezzi in vista della stagione sportiva 2019.

Per quel che riguarda la gara di regolarità, la manifestazione disegnata dal sodalizio veronese sarà ancora una volta l’appuntamento di apertura del Trofeo Tre Regioni 2019, unica serie di Regolarità Sport in Italia. Rally e regolarità, invece, concentreranno l’azione nella giornata di sabato 16 febbraio, mentre venerdì 15 si terranno le verifiche sportive e tecniche. Proprio sui controlli pre-gara la prima importante variazione. Alla luce della concomitanza con la tradizionale Premiazione dei Campioni dell’Automobilistmo 2018 ACI Sport che si terrà a Monza nella stessa giornata il Rally Club Valpantena ha allungato gli orari di verifica a partire dalle ore 11.00 fino alle ore 20.00.

Questa variazione, ancora una volta pensata per i concorrenti, permetterà di poter verificare in una fascia oraria di ben nove ore in base alle singole esigenze di ciascun equipaggio, trattandosi tra l’altro di giorno lavorativo. Come detto, sabato l’azione, su un percorso particolarmente concentrato, nove prove speciali in rapida successione, 60 chilometri di prove speciali a fronte di un totale percorso sotto i 200 chilometri con tratti cronometrati mai oltre i 7.5 chilometri per non affaticare i mezzi e la possibilità di assistenza libera in modo da poter effettuare controlli e regolazioni potenzialmente anche dopo ogni prova. Basti pensare che a Bosco Chiesanuova, Cerro Veronese o in Località Prati, i concorrenti transiteranno più volte, da e per diverse prove cronometrate.

Le speciali sono, tra l’altro, condensate della spettacolarità e tecnicità tipiche delle strade della Lessinia. La “Bosco Chiesanuova” (7,2km) unica ad essere ripetuta per tre volte, percorrerà un tratto classico del rallysmo veronese tra Lughezzano e Bosco, tratto che ha l’onore di essere stato la prima prova speciale nella storia del Rally Due Valli. Leggenda e amarcord in poco più di 7km in salita, stretti e tecnici con una parte finale suggestiva per certi versi simile al Rally di Montecarlo.

Il secondo tratto, “Valdiporro” (7.35 chilometri) darà invece l’impressione si essere dalle parti di Gap. Roccia a sinistra e muretti a destra, in un continuo misto guidato che alcuni rallysti hanno definito “università del rallysmo veronese”. La prova sarà un perfetto mix di discesa e salita, con partenza a ridosso di Bosco Chiesanuova e arrivo a San Francesco.

Breve ma intensa la “Arzerè” (4.7 chilometri), tutta in salita lungo la scenografica e panoramica stretta strada che da Arzerè, appunto, sale fino alle porte di Bosco Chiesanuova. I fotografi saranno sicuramente assiepati nella parte finale dove, se la giornata sarà di sole, il panorama sulla Valpantena è a dir poco mozzafiato.

Sicuramente di classifica sarà la “Orsara” (7.25 chilometri), altra prova inedita di questa edizione. Il primo tratto sarà sicuramente quello più esposto al clima invernale, immerso nel bosco umido da Lughezzano fino appunto all’abitato di Orsara dove i concorrenti attraverseranno per il lungo l’abitato e si getteranno poi in discesa, larga e veloce, fino al bivio di Lugo. Qui nuovamente in salita fino a Corrubio e poi per la velocissima parte finale fino a Prati, a due passi dalla prova di Arzerè.

Quest'anno, la LessiniaSport è abbinata al rally storico

Quest’anno, la LessiniaSport è abbinata al rally storico

Partenza e arrivo saranno come sempre a Bosco Chiesanuova, mentre il parco chiuso, la cerimonia di premiazione e la festa conclusiva aperta a concorrenti e appassionati si terrà per la prima volta al Centro Sportivo Monti Lessini, nuova struttura che ha aperto le porte per il 1° Lessinia Rally Historic e sarà sicuramente il giusto epilogo di una giornata tutta da vivere. Grande ospitalità anche quella riservata anche quest’anno dalla Cantina Valpantena di Quinto di Valpantena, perla imprenditoriale del territorio che ha contribuito al successo vitivinicolo di tutto il territorio. La struttura ospiterà i due riordini.

‘Prima di ogni cosa’ hanno voluto aggiungere Roberto “Bob” Brunelli, Sergio Brunelli, Gian Urbano Bellamoli, Paolo Saletti e Alberto Zanchi, membri del comitato organizzatore, ‘vogliamo specificare che la scelta di abbinare il rally storico a questa edizione del LessiniaSport non è da interpretarsi in alcun modo come uno sgarbo all’essenza della manifestazione e ai tanti equipaggi di Regolarità Sport che ogni anno ci confermano la loro fiducia. La volontà di fare del Lessinia anche un rally storico si è accesa proprio a fronte di molte richieste da parte di concorrenti, e abbiamo così deciso di provarci dato che la logistica della gara si adattava a questa doppia validità’.

E poi: ‘Le gare avranno la stessa importanza, prova ne è che abbiamo deciso ad esempio di creare un sito web unico, di produrre comunicati stampa sempre separati e di considerare in tutto e per tutto le gare nella loro essenza. Siamo sicuri che sarà un weekend di passione, spettacolo e divertimento. Il nostro obiettivo è come sempre quello di unire: unire le generazioni intorno a queste spettacolari vetture storiche da corsa e unire gli anni che passano facendo un salto indietro nel tempo, rivivendo quegli anni d’oro che ci hanno stregato e che ci rapiscono anche oggi’.