L’armata Toyota arriva in Sardegna per non fallire

In casa Toyota Gazoo Racing c’è voglia di continuare il magic moment di questo inizio 2022, fatto di tre successi di fila ottenuti con Kalle Rovanpera. Il team nipponico lo scorso anno sulle difficili strade della Sardegna, ottenne una doppietta con Sébastien Ogier e Elfyn Evans.

In casa Toyota c’è molto ottimismo per questa impegnativa trasferta in Sardegna, dove il gran caldo che dovrebbe arrivare proprio nei giorni del rally, unito alla durezza del percorso, potrebbero giocare un ruolo importante e decisivo per le sorti del rally. Molto prudente Jari-Matti Latvala, il team manager Toyota che ben conosce le mille insidie e i trabocchetti delle strade sarde parla così alla vigilia della gara: “Il Portogallo è stato un’evento fantastico, il miglior debutto che potessimo avere su sterrato con le Rally1. Arriviamo in Sardegna con la certezza di aver costruito una vettura veloce e affidabile, sappiamo però che ripetere il risultato del Portogallo non sarà facile. Ci aspettiamo temperature molto elevate e un fondo molto duro e roccioso, rispetto al Portogallo partire per primi ci penalizzerà di più. Kalle è in un momento di grande forma, Elfyn dal canto suo vorrà confermare quanto di buono fatto in Portogallo. Tornerà con noi Esapekka, in passato, in Sardegna ha sempre corso ottime gare son sicuro che potrà far molto bene, sfruttando anche la posizione di partenza nel primo giorno di gara.

Il leader del campionato Kalle Rovanpera, arriva in Sardegna forte di tre vittorie consecutive, ma con lo scomodo compito di “apripista” nella prima giornata di prove: “La Sardegna è un rally molto difficile, in passato ho trovato difficoltà nell’affrontare questa gara, ma già lo scorso anno il feeling è andato a migliorare nonostante alcuni problemi. Se le condizioni sono quelle annunciate, ovvero molto caldo e prove completamente asciutte per noi, vincere potrebbe essere molto difficile. Il nostro obbiettivo sarà quello di far bene, arriviamo in Sardegna con la consapevolezza di avere una macchina ottima su sterrato e di avere ancora ottimi margini di crescita”.

Dopo un’avvio di stagione non propriamente positivo, Elfyn Evans arriva in Sardegna forte (o frustrato) del secondo posto conquistato in Portogallo: “E’ stato molto bello conquistare il podio in Portogallo, anche se non sono completamente soddisfatto del mio week-end di gara. Come squadra abbiamo dimostrato di avere una vettura altamente competitiva e penso che abbiamo ancora dei margini di crescita. Avere due rally simili a breve distanza ci aiuta, anche se le strade del Sardegna sono più dure rispetto a quelle lusitane. Il meteo indica che il fine settimana del rally sarà molto caldo, quindi sarà un fine settimana molto duro per uomini e mezzi”.

Chiusura per il rientrante Esapekka Lappi, alla sua terza uscita stagionale dopo Svezia e Croazia. Il finlandese ha sempre fatto bene sulle strade dell’Isola dei Nuraghi e dalla sua avrà la posizione di partenza che potrebbe favorirlo nella prima giornata di gara: “Vedere le performance della Yaris Rally1 su terra in Portogallo è stato fantastico. Mi è sempre piaciuto correre in Sardegna, la gara è molto bella, sono felicissimo di tornarci. La nostra posizione di partenza nella prima giornata di prove ci favorisce, spero di poter lottare per il podio finale”.