La Svezia si prepara tra neve, show, musica e principi

Partiamo dalla prima certezza, quella forse più importante per lo svolgimento della gara, la neve c’è! Le condizioni delle speciali, disegnate dagli organizzatori nei dintorni della nuova locations di Umea, sono innevate e presentano anche i caratteristici muri di neve ai lati della strada.

Gli organizzatori aggiornano costantemente sui social, piloti e appassionati sulla situazione: al momento la neve è ottima e le previsioni portano ulteriori precipitazioni nevose per i prossimi giorni, seguite da giornate serene, ma con temperature abbondantemente sotto lo zero. Insomma, gli ingredienti per uno Sweden da fuochi d’artificio ci sono tutti. Al momento il manto nevoso a Umea, raggiunge i 45 di neve, mentre nell’area di gara si va da un minino di 50 cm ad un massimo di 68 cm.

Inoltre è stata rilasciata anche la cartina della prova che si svolgerà a pochi passi dal centro cittadino di Umea. La cittadina oltre ad avere la base della gara, ospiterà anche tre prove speciali, la PS7 Umea Sprint (Km 5.53) e la PS11-15 Umea (Km 11.17). Il tratto finale che si svolgerà all’interno della nuova Red Barn Arena, ospiterà anche eventi musicali come quello della pop-star locale Dotter. Chiusura con la presenza del principe Carl Philip Bernadotte, principe di Svezia grande appassionato di rally, sempre presente in veste di autorità alle precedenti edizioni della gara.

Ricordiamo che al via della gara avremmo anche alcuni equipaggi Tricolore, nel WRC2 Open il Tricolore sarà tenuto alto da Mauro Miele e Luca Beltrame (Skoda Fabia Rally2) che proveranno a bissare l’ottimo risultato ottenuto al recente Monte-Carlo dove hanno vinto il WRC2 Masters e dai giovani Enrico Oldrati e Elia De Guio anche loro su Fabia Rally2, ma iscritti anche al WRC2 Junior. Sempre con una vettura Rally2, troviamo anche Luca Hoelbling in gara con una i20 R5. Al via, vorrebbe esserci anche Lorenzo Bertelli, ma al momento la presenza del driver del Fuckmatié WRT è in dubbio a causa di impegni lavorativi di Lorenzo.