,

La Lettonia entrerà nel WRC dal 2024

Liepaja a metà agosto, Roma Capitale prima gara ERC: il programma

Le indiscrezioni che circolavano nei mesi scorsi sono diventate realtà, il Paese baltico ospiterà una prova del Mondiale Rally dal 2024.

Il sogno della Lettonia di ospitare sulle sue velocissime strade il Mondiale WRC è finalmente realtà. Gli organizzatori del Tet Rally Liepāja, hanno annunciato questo pomeriggio che la gara baltica nel 2024 avrà validità iridata è cambierà nome in Tet Rally Latvia.

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di tenere una slot libera per inserire una gara di poter ruotare dal FIA ERC al WRC – ha commentato  Peter Thul, direttore sportivo senior per WRC Promoter – Il fatto che la Lettonia sia stata la prima gara a cui sia stata concessa questa possibilità è un chiaro riconoscimento all’eccellente lavoro svolto in termini sportivi e promozionali, unito all’impegno del Governo Lettone nella crescita del rally. Questa decisione sottolinea l’importanza delle regioni del Baltico nel WRC. Abbiamo una collaborazione di lunga data con TV3 e non vediamo l’ora di ampliare questa collaborazione anche nel 2024. Questo, assieme alla crescente rete di emittenti, oltre 50 per 150 Paese, che seguono in maniera costante il WRC, rendendolo uno dei campionati motoristici più visti al Mondo”.

Di sogno realizzato parla Raimonds Strokšs (direttore del TET Rally Latvia). E’ un sogno che è diventato realtà. Il nostro percorso è iniziato molti anni fa e si è finalmente concluso con l’approdo della Lettonia nel Mondiale WRC. – commenta Raimonds Strokšs – Per RA Events questa è una pietra miliare, che comporta enormi responsabilità, ma al nostro fianco abbiamo partner molto affidabili, come il Governo Lettone, la città di Liepāja e di Riga, il nostro main sponsor TET e tanti altri. Dietro di loro c’è un team formato da persone entusiaste, con le quali siamo pronti ad affrontare tutte le sfide che ci attendono”.

L’evento andrà ad abbracciare quasi tutta la nazione, con epicentro nelle città di Rīga e Liepāja, con prove speciali che andranno a toccare anche i territori di Talsi, Tukums, Kuldīga, Dienvidkurzeme.