Kyle Tilley: dalla 24ore di Daytona al WRC2 Open

Il primo amore non si scorda mai. Kyle Tilley pilota britannico (classe 1988) dopo aver ottenuto importanti successi nei vari campionati in pista americani e asiatici, sbarca nei rally e lo fa in grande stile. Tilley muove i primi passi nel motorsport correndo con i kart per poi salire di categoria e disciplina, passando alle gare in pista come la Formula Ford, la F1 Storica e soprattutto nella serie statunitense di Le Mans.

Lo scorso anno, vince la categoria LMP2 alla 24 ore di Daytona, mentre l’anno precedente alla 24 ore di Le Mans chiude con un’onorevole quindicesima posizione assoluta. Nonostante questi importanti risultati, Tilley decide di inseguire e realizzare il suo più grande sogno, quello di correre nei rally.

“I rally sono sempre stati la mia più grande passione, – ha detto Tilley a DirtFish – ma sono finito a correre in pista, anche per via di una tradizione di famiglia. Lo scorso anno mi sono detto, Tilley se vuoi correre nei rally devi farlo adesso, se no diventi troppo vecchio. Così ho deciso di disputare il Ojibwe Regional Rally con una MG Metro 6R4, ma la vettura non ha superato le verifiche e quindi ho dovuto optare per una Mitsubishi Lancer Evo VIII. Avrei dovuto usare questa vettura anche nell’evento successivo, ma la vettura ha avuto un guasto al motore e quindi si è presentata la possibilità di correre con la Fiesta Rally2. Appena preso in mano lo sterzo mi sono detto, ecco sono rovinato… Guidare questa vettura è un qualcosa di fantastico. L’idea era quella di correre alcuni eventi con la Mitsubishi, per poi passare alla Rally2, ma fortunatamente non è andata così. Le due vetture sono completamente diverse, ciò che ho imparato guidando la Evo, non si applicava minimamente alla guida della Fiesta”.

I programmi 2022 sono molti interessanti. Oltre alle gare su pista che disputerà al volante della sua LMP2, l’inglese sarà anche al via di quattro eventi del WRC2 Open, otto gare dell’American Rally (sarà assente solamente al 100 Acre Wood Rally) e alcuni eventi del BRC moderno e del BRC Storico.

Correrò quattro gare del WRC2 Open con una Ford Fiesta Rally2 gestita da M-Sport. Il mio programma partirà in Svezia e proseguirà in Sardegna, Grecia e Spagna. Quest’ultima l’aspetto con ansia perché sono curioso di vedere la differenza che ho con il resto del gruppo. A questo si aggiunge un programma completo nella Le Mans Series, otto gare dell’ARA e un mix di gare del BRC Moderno al volante della Fiesta Rally2 e di quello storico con una bellissima Ford Escort MKII. Quest’anno per noi sarà di apprendistato e di crescita, ma allo stesso tempo posso dire tranquillamente che puntiamo al titolo ARA RC2.