Kalle Rovanpera

Kalle Rovanpera sulle tracce dei Sébastien, Loeb e Ogier

Al termine del Rally di Estonia, Jari-Matti Latvala ha lasciato intendere che Kalle Rovanperä, il giovanissimo pilota finlandese di soli 21 anni che ha iniziato sulle strade italiche (dove veniva frenato perché era troppo veloce), potrebbe conquistare il titolo iridato già al prossimo Rally dell’Acropoli, con un anticipo mostruoso. Sarebbe un record nel record: primo titolo di Kalle, il più giovane vincitore di sempre del Mondiale Rally, e tra l’altro nel 50° anniversario. Inoltre, se Rovanpera si aggiudicasse il titolo WRC piloti, interromperebbe la lunga scia di successi francesi scritta da Loeb e Ogier.

Se il finlandese riuscisse davvero a vincere il titolo anticipatamente in Grecia, vincerebbe con tre gare di anticipo, impresa già raggiunta da Sébastien Loeb nel 2005 e da Sébastien Ogier nel 2015, quindi andrebbe a posizionarsi nei grandi record. Attenzione, però, non tutto ciò che luccica è oro. Questo confermerebbe anche la facilità estrema con cui è possibile aggiudicarsi un titolo del Mondiale Rally nel nuovo corso della serie iridata, quella che ha sposato le velocità a discapito delle difficoltà e della resistenza. Quella che regala punti bonus alle squadre che non riescono a terminare una gara e si presentano freschi e con le gomme nuove al via della power stage.

Tornando a Kalle, i prossimi tre rally si svolgeranno in Finlandia, Belgio e Grecia. Vincere il campionato all’Acropoli richiederebbe a Rovanpera di avere almeno 90 punti di vantaggio sull’avversario più vicino in quel momento. Dopo la Grecia, nel calendario WRC sono previste altre tre gare: Nuova Zelanda, Spagna e Giappone.