Kalle Rovanpera, Estonia 2022

Kalle Rovanpera è di nuovo il Re del Rally di Estonia

Kalle Rovanperä conquista la seconda vittoria consecutiva al Rally di Estonia, dopo una gara corsa con la classe di un navigato campione. Non solo: si assicura anche la quinta vittoria di un rally WRC su sei gare disputate nel 2022. Una “sberla” ad Evans, che ha dovuto ammettere di essere rimasto colpito dalle capacità del driver finlandese al punto di non riuscire a reagire. Una “sberla” a Tanak, che ha perso in casa. Un messaggio a Hyundai, indipendentemente da ciò che vanno scrivendo sui social dipendenti e sgrammaticati collaboratori aspiranti fotografi: tu continua ad inseguire anche quest’anno.

Dodici mesi prima, Kalle era diventato il più giovane vincitore di un rally del WRC, proprio con la vittoria in Estonia. Il successo di questa gara lo ha proiettato verso la possibilità di diventare il più giovane campione del mondo dei primi 50 anni di storia della serie. Proprio nel 50° anniversario. Una libidine. Per ora un sogno. Il ventunenne finlandese ha terminato la gara con 1’00″9 di vantaggio sul compagno di squadra Evans. Una vera umiliazione. E che dire del suo vantaggio di 83 punti dopo 7 delle 13 prove a calendario?

Rovanperä ha vinto anche la wolf power stage ottenendo 5 punti bonus, con Evans che ne ha segnati 4 al secondo posto. Andreas Mikkelsen ha conquistato 3 punti al terzo, mentre Esapekka Lappi se n’è assicurato 2 al quarto. Takamoto Katsuta ha segnato 1 punticino finale.

La pioggia ha assicurato ancora una volta condizioni scivolose nell’ultima tappa di domenica, ma Rovanperä non era dell’umore giusto per scendere a compromessi. Ha vinto la power stage per 22″4, un tempo sbalorditivo. Tale è stato il suo dominio che si è aggiudicato 14 delle 24 prove del rally.

“E’ stato di fantastico e grazie a Jonne Halttunen, perché è stato un weekend difficile ma abbiamo guidato davvero bene”, ha detto euforico Rovanperä. “Ci godiamo ogni rally, anche se dobbiamo spingere forte perché la pressione è sempre alta. La stiamo gestendo bene”.

Le speranze di Evans sono andate in frantumi nella prova di domenica, quando è andato in testacoda e ha perso quasi 10″. Ott Tänak, che sognava di essere l’eroe di casa, è stato bravissimo, ma è stato frenato nella giornata di venerdì da problemi della sua Hyundai. Sabato non ha avuto problemi e ha regalato spettacolo. Alla fine ha completato il podio con altri 54″8 di distacco. Hyundai continua a dire di avere la macchina più veloce, ma a fine gara non sembra così… Con la sua Hyundai non ha mai minacciato quelli davanti, mentre ha lottato con problemi di guidabilità. in ogni caso, il quattro volte vincitore del Rally di Estonia è stato più che bravo.

Il compagno di squadra Thierry Neuville ha avuto problemi simili, ma ha mantenuto la calma ed ha concluso quasi 2′ più indietro al quarto posto, nonostante una domenica di spazzolate tra i cespugli e un testacoda. Quinto è Takamoto Katsuta, che ha ben recuperato l’incidente di giovedì mattina e che ha richiesto frenetiche riparazioni alla carrozzeria da parte del suo team Toyota. Il pilota giapponese ha chiuso a 20″1 da Neuville e a 35″7 da Esapekka Lappi.

Le speranze di Lappi di finire tra i primi quattro sono svanite quando ha dovuto cambiare una gomma a seguito di un atterraggio un po’ pesante. Il finlandese è precipitato al settimo posto, ma poi ha vinto due prove nell’ultima giornata e nell’ultima PS ha superato la Ford Puma di Adrian Fourmaux.

L’arrivo ha portato sollievo al francese Fourmaux dopo una arida prima parte di stagione in cui ha registrato quattro ritiri in sei gare.

È stato un ultimo giorno deludente per M-Sport Ford. Pierre-Louis Loubet si è ritirato dopo aver colpito una pietra nella PS di apertura e aver rotto la sospensione anteriore sinistra della Puma, mentre Gus Greensmith è uscito nella speciale successiva per un problema alla trasmissione.

Gli ultimi tre posti sono stati occupati da piloti del WRC2. Andreas Mikkelsen ha tenuto a bada una determinata carica di Teemu Suninen che rivendicava l’ottavo posto, con Emil Lindholm che ha preso il decimo posto dopo che Marco Bulacia è uscito nella penultima PS. Nel WRC3 ha vinto Sami Pajari.

Il WRC rimane nel nord Europa per un’altra gara veloce su strade sterrate al Rally Finland il prossimo mese. L’ottava gara della stagione si svolgerà a Jyväskylä dal 4 al 7 agosto.