Tom Kristensson

JWRC: tutte le regole della nuova stagione

Lo Junior World Rally Championship (JWRC), campionato riconosciuto dalla Fédération Internationale de l’Automobile (FIA), arriva alla sua ventesima stagione nel 2021. Questa è una delle categorie automobilistiche più rilevanti e formative, perché ci sono molti equipaggi giovani che ambiscono a correre nella massima serie.

Gli svedesi Tom Kristensson e Joakim Sjoberg, con la classica Ford Fiesta Rally4 della Tom Kristensson Motorsport sono i campioni in carica. Il pilota svedese, grazie alla vittoria del campionato, può correre il World Rally Championship 3 nel 2021 con una nuova Ford Fiesta Rally2 che gli è stata conferita al termine dell’ACI Rally Monza.

Oltre alla vettura lo svedese ha ricevuto ben 200 pneumatici, la registrazione gratuita al WRC3 e cinque iscrizioni gratuite a cinque rally diversi. Parlando del futuro della categoria, sono state varati in questi giorni anche gli articoli del regolamento sportivo dedicato al JWRC. Andiamo a scoprire insieme i punti principali.

La serie di supporto del Campionato Mondiale Rally rimane un campionato riservato ai piloti di età inferiore ai trent’anni, mentre per i co-piloti non ci sono limiti di età. Gli equipaggi, in base all’art. 5.1, dovranno continuare ad utilizzare la Ford Fiesta Rally4 che viene assemblata dalla M-Sport Poland. La sezione dedicata allo JWRC la si può trovare all’ottavo appendice del nuovo regolamento sportivo 2021 FIA.

Il regolamento, nel punto 8.1, esordisce affermando che per la determinazione della classifica finale e/o provvisoria, i piloti e i co-piloti che totalizzano esattamente lo stesso numero di punti sarà deciso in base agli articoli seguenti. Secondo l’art. 8.1.1, il maggior numero di primi posti, poi secondi posti, poi terzi posti, ecc., raggiunti nelle classifiche finali del rispettivo campionato, contano solo quelle posizioni nei diversi rally che sono serviti a recuperare il totale dei loro punti.

L’art. 8.1.2 afferma che in base al maggior numero di piazzamenti migliori ottenuti nelle classifiche finali dei propri campionati rispettivi, prendendo in considerazione solo le manifestazioni a cui avranno preso parte tutti i piloti e/o co-piloti, un solo undicesimo posto vale più di qualsiasi numero di dodicesimi posti, un 12° posto vale più del 13 ° posto e così via.

In caso di una nuova parità, secondo l’articolo 8.1.3, la FIA stessa nominerà il vincitore e deciderà tra gli altri piloti e co-piloti ex æquo basato su tali altre considerazioni che lei ritengono opportuno.