Jari Huttunen, Finlandia 2022

Jari Huttunen piace a Ford M-Sport: part-time sulla Rally1?

Scambi di parole interessate, ma anche interessanti, che se analizzate lasciano intuire come Marcus si impegnerà ancor di più di quanto non lo stia già facendo per avere un peso determinante sulle scelte che struttureranno la formazione Ford nel 2023. Dipenderà tutto da Wilson. Ormai Millener dice sempre di tutti che sono bravi, a condizione che guidino una Ford M-Sport.

Marcus Grönholm, ammirando la performance davvero stupefacente di Jari Huttunen al debutto sulla Rally1, si augura di trovargli rapidamente un sedile semi-ufficiale nel Campionato del Mondo. Il due volte campione del mondo è il manager di Huttunen con la GRX Management e crede che sia giunto il momento per il ventottenne di affermarsi nel WRC.

“Non sto parlando di un piano di 5 anni – ha detto -. Dobbiamo approdare in qualche team nei prossimi uno o due anni. È tempo di andare avanti. Non ci sono auto da Rally1 facilmente disponibili e posti liberi, ma spero che possa avere almeno un part-time per prendere confidenza con l’auto”.

Huttunen, campione WRC3 2020, ha ottenuto il quarto tempo assoluto con la Ford Puma M-Sport, ma le sue speranze di un buon risultato sono state vanificate da problemi alla pressione del carburante e da problemi di servosterzo. Grönholm, che ha stretti legami con il capo della M-Sport, Malcolm Wilson, dopo aver guidato la sua squadra a due titoli Costruttori consecutivi nel 2006 e nel 2007, crede che Huttunen meriti più di una opportunità svoltare nella sua carriera. “Ha vinto il titolo WRC3 due anni fa ma non ha mai avuto la possibilità di andare oltre. Ora siamo con M-Sport e Ford e ha avuto la sua prima possibilità su una Rally1”.

Huttunen, che alla fine è arrivato nono, ha fatto una buona impressione sul capo squadra Richard Millener. “Penso che abbia fatto un buon lavoro – ha detto Millener -. Non ha commesso errori e stava costruendo un’ottima gara. Non è facile entrare a questo livello, ma Jari ha dimostrato che si può fare. Ha avuto una giornata di test in Estonia prima di questo rally e mi ha impressionato da quello che ha fatto”.

Lo stesso Huttunen è ansioso di avere più posti a sedere nel Rally1. “Voglio guidare di nuovo questa macchina, ovviamente, ma non so quando potrò – ha detto -. Devo ringraziare i miei sponsor per averlo reso possibile la gara in Finlandia. Stavo andando passo dopo passo e facendo buoni progressi. La macchina era fantastica, quando abbiamo avuto i problemi, tutto quello che potevo fare era guidare e non commettere errori. L’ho fatto”.

Scambi di parole interessate, ma anche interessanti, che se analizzate lasciano intuire come Marcus si impegnerà ancor di più di quanto non lo stia già facendo per avere un peso determinante sulle scelte che struttureranno la formazione Ford nel 2023. Dipenderà tutto da Wilson. Ormai Millener dice sempre di tutti che sono bravi, a condizione che guidino una Ford M-Sport.

La gara di Huttunen è stata resa possibile dai legami di Grönholm con il partner ufficiale del WRC Wolf Lubricants, per il quale lavora come ambasciatore del marchio. Wolf ha fornito un supporto fondamentale per consentire la realizzazione dell’accordo. Huttunen torna alla Fiesta Rally2 di M-Sport Ford all’Ypres Rally Belgium (18 – 21 agosto), da dove riparte il WRC2, dove è sesto in classifica.