Ivan Ferrarotti nel CIRA con la Skoda Gima

Ivan Ferrarotti nel CIRA con la Skoda Gima

Per anni è stato Ivan il Terribile: accadeva nelle stagioni dei successi a ripetizione nel CIR (tre scudetti, due Produzione ed uno Due Ruote Motrici) e nei trofei Clio. Ora, raddoppiate le ruote motrici, il 41enne reggiano Ferrarotti – nella foto di Massimo Carpeggiani – si tramuta in Ivan il… Possibile. Ovvero, in un pilota impegnato a mettere a fuoco obiettivi praticabili, certamente alla portata del suo talento e della sua esperienza.

Questo lo spirito con il quale Ferrarotti si accinge a disputare, per il secondo anno consecutivo, il CIR Asfalto. Reduce da una prima stagione interlocutoria, chiusa con un ottavo posto (18,50 i punti rastrellati, frutto di una manciata di piazzamenti tra i quali i sesti posti di gara1 di Roma Capitale e del 2 Valli costituiscono rappresentano i risultati più significativi), Ferrarotti tornerà a solcare gli asfalti tricolori con l’unico intento di fare progressi rispetto al 2020.

“Partiamo a fari spenti, assolutamente senza proclami – puntualizza subito il pilota di Castelnovo Monti -, e non potrebbe essere diversamente. L’esperienza sulla Fabia e, in generale, sulle auto a trazione integrale, resta sinora troppo limitata per potersi porre certi obiettivi. Peraltro, sappiamo bene come il CIR Asfalto, tradizionalmente, attragga piloti d’indiscutibile valore, avversari contro i quali non posso certo pensare di battermi ad armi pari. Ma va bene così: l’anno scorso mi ha insegnato tanto, ora desidero continuare nella direzione intrapresa, puntando unicamente a consolidare le basi gettate nel 2020 ed a muovere qualche passo avanti qua e là”.

Per portare avanti il suo progetto, Ferrarotti ha voluto mantenere alcune costanti: anzi tutto, l’inossidabile connubio con Gima, team che rappresenta la casa rallystica del pilota; non meno importante, la conferma della vettura con la quale l’emiliano correrà, ovvero quella Skoda Fabia sulla quale aveva esordito al Casentino, lo scorso luglio. Sul sediolo destro della vettura ceca dovremmo rivedere Fabio Grimaldi, che ha affiancato Ferrarotti nella passata edizione del CIR Asfalto.