La partenza del Rally Piancavallo 2019

Rally Piancavallo: Sossella vs De Tommaso e Porro

Valido per l’IRCup, si corre l’11 e il 12 maggio il 33° Rally Piancavallo, diviso nella prova valida per l’IRC, nel rally Nazionale e nel Rally Storico a chilometraggio ridotto. La gara è organizzata da Knife Racing Maniago su incarico dell’Automobile Club Pordenone. La partenza oggi da piazza Italia a Maniago alle 15.30 verso Meduno e Frisanco per affrontare due prove speciali sul tratto “Poffabro” di 7,40 km (start alle 16:04 e 20:11) e due sul “Icio Perissinot” di 20 km (start 16:58 e 21:05). Per il Rally Storico e il Nazionale i 14,90 km di “Pian delle More”.

Domani dalle 7:30 le prove sul “Pielungo” di 14,20 km (start 9:11 e 12:38) e “Campone” di 9,00 km (start 9:42 e 13:09), seguirà la “Pradis Grotte” di 26,20 km (start 16:05) riservata alla IRCup. Arrivo e premiazioni in piazza Italia a Maniago dalle 17:10. Oggi in piazza Italia prodotti tipici delle Dolomiti Orientali. Alle 18:45 l’arrivo dell’autoraduno per auto sportive moderne e d’epoca partito da Spilimbergo, con esposizione vetture e cena dei partecipanti.

Si battono per l’assoluta i piloti Wrc tutti su Ford Fiesta, e gli R5 tutti su Skoda Fabia. Favori del pronostico per Manuel Sossella (Fiesta) che ha al suo attivo tre titoli Irc e uno Ciwrc; per Damiano De Tommaso (Skoda) e Paolo Porro (Fiesta). Altri pretendenti al podio, sempre su Ford, saranno Simone Rabaglia, Valter Gentilini e Denis Babuin al debutto sulla Fiesta. Tra gli alfieri Skoda occhi su Gianluca Tosi, Alessandro Re, Marco Roncoroni, Alessandro Prosdocimo e Marco Zannier. In Super 2000 la Peugeot 207 di Alberto Carniello, che partirà davanti a tre Mitsubishi Lancer R4. La R2B è quasi un monomarca Peugeot 208 con Claudio Gubertini e Alessandro Zorra insidiati da Dimitri Tomasso. In E6/S2 le Renault Clio di Alessio Della Maggiore e Matteo Bearzi griffato North East Ideas come Fabrizio Martinis, al volante dell’unica Clio R3C.

Anche il Trofeo Twingo R1 “Internazionale” torna sotto i riflettori del 33° Rally Piancavallo. Numeroso il pubblico atteso sia sul campo di gara, sia nel parco assistenza come vuole la tradizione delle gare IRC, serie in cui concorreranno quattro equipaggi della Losanga. A dover difendere il primato tra le Twingo ci saranno Gabriele Catalini e Michael Salotti, vincitori del primo appuntamento dell’anno su una vettura della scuderia Costa Ovest. Con la stessa determinazione si presentano ai nastri di partenza della manifestazione friulana Lorenzo e Davide Lanteri (La Superba), i quali con 27,5 punti nel loro carniere questo weekend puntano ad agganciare i battistrada del trofeo. Da non sottovalutare è la presenza di Giovanni Pelosi e Giancarla Guzzi alfieri della ASD G.R. Motorsport e quella della Meteco Corse che punta nuovamente sul pilota Matteo Ceriali e la navigatrice Margherita Ferraris Potino. La gara, che trova le sue origini nel lontano 1980, si disputerà nelle giornate di sabato e domenica con nove prove speciali sulla distanza di oltre 127 Km di percorso.

In coda all’Irc partirà un rally storico. Su Lancia Stratos (Tony Fassina), Lancia 037 (Maurizio Finati), Bmw M3 (Andrea Romano), Porsche 911 (Michael Stoscheck) su un percorso ridotto a 7 prove speciali, con un solo passaggio sabato sulla Barcis-Piancavallo di 14,90 km ribattezzata “Pian delle More”. Dopo lo storico, sullo stesso tracciato, in gara i concorrenti del rally Nazionale animato da 41 equipaggi. Su Skoda Fabia R5 Nicola Cescutti e Claudio Arzà, con la Hyundai i20 Fabio Nosella. Su tre Peugeot 207 Super 2000 Cyril Audirac, Stefano Callegaro e Alberto Martinelli. Partecipa alla sfida Roberto Salmaso con la sua Peugeot 306, suoi avversari di classe Gabriele Beltrame e Matteo Righini, entrambi su Renault Clio Williams.