160602388 10160800583449867 6284652723410858739 n

Intervista Thomas Paperini: ”Debutto positivo, Sanremo rally difficile”

Il Campionato Italiano Rally Sparco 2021 ha portato con sé una ventata di aria nuova, grazie alla presenza di molti giovani piloti al volante di vetture R5, pronti a dire la loro in un palcoscenico di assoluto valore. Nella gara inaugurale della serie, ovvero il Rally del Ciocco e Valle del Serchio, abbiamo assistito alla bella gara di Thomas Paperini, al debutto nel CIR al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo della MM Motorsport.

Il pistoiese, vincitore nella passata stagione della Coppa Rally di Zona 6, ha artigliato un più che positivo settimo posto assoluto mettendo in mostra un potenziale davvero interessante. Un risultato che fa ben sperare in vista del prossimo Rally di Sanremo (10-11 aprile), dove il pilota della Skoda dovrà vedersela, anche in questa occasione, con avversari di altissimo livello.

Rally del Ciocco. In una gara dove ai nastri di partenza si sono presentati due piloti del calibro di Neuville e Breen, oltre ad un parterre di forti piloti a bordo di R5, al debutto nel CIR hai saputo cogliere un ottimo settimo posto assoluto. Cosa ci puoi dire della tua gara ?

“Siamo molto contenti della nostra gara, all’uscita dell’elenco iscritti avrei messo la firma per stare nei 15 assoluti. Abbiamo fatto un buon lavoro col team e mi trovavo molto a mio agio con la macchina, questo mi ha permesso di esprimermi al meglio. La conoscenza delle strade e l’avere una navigatrice del calibro di Monica Cicognini mi ha aiutato molto. Siamo partiti col piede giusto consapevoli che a Sanremo sarà un’altra storia!”.

Visto il risultato ottenuto e i tempi fatti segnare nel corso della gara, possiamo dire che stai prendendo sempre più confidenza con la Skoda Fabia Rally2 Evo?

“Sì, come ho detto in precedenza stiamo lavorando bene insieme al team, la macchina è una bomba, grazie alle nuove soluzioni tecniche di Skoda. Con la Fabia Evo mi trovo molto più a mio agio nella guida rispetto al vecchio modello. Siamo solo all’inizio avendoci fatto solo 2 gare, siamo consapevoli che c’è ancora tanto da lavorare ma stiamo andando nella direzione giusta!”.

Quest’anno nel CIR, oltre ai vari Crugnola e Basso, dovrai vedertela contro altri giovani che come te sono pronti a dire la loro al volante di una R5. Si tratta dell’atteso cambio generazionale ?

“Direi di sì, la Federazione sta lavorando bene. Quest’anno ha selezionato 11 piloti molto validi. Dalla nostra pagheremo un po’ il fatto di fare tutte gare nuove ma ci sta, alla fine è la nostra prima stagione in un palcoscenico importante come il CIR e cercheremo di fare più esperienza possibile!”.

Prossimo appuntamento il Rally di Sanremo, gara ricca di storia e di fascino. Cosa ti aspetti?

“Come si dice… Sanremo è Sanremo, una delle gare più sentite a livello nazionale. Sarà una bella emozione essere al via di una gara così blasonata. Sarà un weekend molto tosto per noi. Ho visto i video delle prove speciali e sono veramente molto tecniche e selettive, altro tipo di strade da quelle a cui sono abituato qua in Toscana. Cercheremo di fare esperienza cercando di mantenere un passo costante per riuscire a tornare a casa con qualche punto in più in ottica campionato!”.