Lucky e Fabrizia Pons vincono il Rally Vltava Historic

Intervista con Lucky Battistolli: pensare ai più giovani

Il 9 luglio 1979 si conclude la nona edizione del Rally Colline di Romagna-Trofeo Expansion, che ha come vincitore Adartico Vudafieri con la Fiat 131 Abarth Rally. Secondo è Lucky, allora giovane promessa navigata da una Fabrizia Pons febbricitante. Gigi Battistolli inizia a consacrarsi lì, nella terra in cui sono nati uomini che hanno fatto la storia dei rally in Italia, come i Bisulli, Paganelli, Verini, solo per citarne alcuni. E in quella occasione, oltre a Lucky ci sono almeno altre due cosiddette promesse dell’automobilismo, il bolognese Mirri e il torinese Capone.

Passano 42 anni e Lucky se n’è sta beatamente al suo posto su un sedile omologato FIA e imbullonato ad una Lancia Delta HF. Vince ancora, corre con le auto con cui ha sempre corso, anche se ogni tanto le tradisce per le potenti Rally2, e al suo fianco ha mitica Fabrizia Pons, che nel frattempo, da quel Colline di Romagna, ha avuto il tempo di diventare la copilota italiana più famosa e apprezzata al mondo.

Prima della Delta usava la Rally 037, che resta la sua preferita: “Sull’asciutto non ha rivali”, ci dice. Battistolli non ha mai lasciato il mondo dell’automobilismo. Non ce la potrebbe fare. Non ora che anche il figlio Alberto corre. “Ma è giovane, bisogna aver pazienza. E io me la devo fare venire”, ironizza e ci ride su. Lo sa bene che il pupillo è un “attendista”. Poi quando parte diventa un rullo compressore.

Nel 2020, insieme a Fabrizia, ha vinto il Costa Smeralda e si è aggiudicato il titolo di campione italiano. Poi è stato eletto nel Consiglio Sportivo Nazionale della Giunta Sportiva di Aci Sport. Con lui abbiamo parlato un po’ di tutto. Di auto, di rally di ieri e di rally di oggi. Di rallysti, di federazione e di prospettive.

Lucky e la Lancia, un amore che non finisce…

“Amo tutte le vetture da corsa italiane e mi sento orgoglioso di correrci. In verità la mia preferita è la Ferrari 308, ma purtroppo non è il massimo, soprattutto come costi di gestione. Quindi, mi sono orientato prima sulla 037 e poi sulla Delta. Preferisco la 037, perché la Delta è una vettura che ha il peso per il 70% all’anteriore con circa 70 chili di più a destra. È bellissimo correre con una vettura italiana, specialmente se è un’auto che ha vinto il Mondiale”.

Fabrizia Pons navigatrice inseparabile e amica…

“Fabrizia è una compagna straordinaria in auto. Fa egregiamente tutto quello che io non riesco a fare per lavoro. È una navigatrice pignola, precisa, mondiale, di una bravura straordinaria. È la mia copilota dal 1979, forse anche prima. Credo che nessuno mi conosce meglio di lei, Vorrebbe farmi correre con le vetture moderne, ma io preferisco continuare a correre con la K-Sport di Luca Malatesta. Ormai siamo una famiglia allargata”.

Scarica la nostra app o accedi da PC, registrati gratuitamente e abbonati. Il tuo sostegno ci aiuta a migliorare giorno dopo giorno il servizio che offriamo a te a tutti i nostri amici lettori.

Cosa sapere sull’abbonamento a RS e oltre

  • Registrarsi per attivare un account è del tutto gratuito
  • Le nostre app sono gratuite, ma dall’app non si può pagare
  • Dopo aver effettuato la registrazione (clicca qui) ci si potrà abbonare pagando da PC
  • Disponibile abbonamento singolo digitale o cartaceo
  • Oppure ci si può abbonare all’online e al carataceo con una super offerta

Opzioni di acquisto

  • Singola copia di RS – 2 euro
  • Abbonamento digitale di 12 numeri (12 mesi) con accesso all’archivio storico – 25 euro
  • Abbonamento Plus digitale rivista cartacea + rivista elettronica di 12 numeri (12 mesi) – 60 euro

Si può scegliere di leggere il giornale sul PC o sullo smartphone e sul tablet o se farsi leggere gli articoli dall’assistente digitale, ascoltandone i contenuti. Si può accedere all’archivio storico di RS e oltre gratuitamente per tutta la durata dell’abbonamento