Esapekka Lappi

In M-Sport pronti a salutare la Ford Fiesta WRC Plus

Della fine dell’epoca delle WRC Plus e, con essa, della fine dell’epopea delle WRC a motore endotermico ne abbiamo parlato ieri e molto approfonditamente sulla monografia a colori RS Collection WRC Plus, ma era impensabile non dedicare un saluto anche alla Ford Fiesta WRC Plus di M-Sport. Infatti, con l’ACI Rally Monza in casa M-Sport Ford sono pronti al passo di addio della Ford Fiesta WRC Plus, dopo cinque stagioni di onorato servizio.

Arrivata nel 2017, anno in cui si aprì l’era delle WRC Plus, la vettura seppe fin da subito regalare grosse soddisfazioni al patron Malcolm Wilson, vincendo a fine stagione sia il Mondiale Costruttori che il tanto agognato titolo piloti con il francese Sébastien Ogier. Un titolo che la Casa americana attendeva dal 1981, quando Ari Vatanen vinse il suo primo ed unico titolo iridato al volante della Ford Escort MKII del team di David Sutton.

Anche la stagione seguente non fu da meno, visto che Ogier riuscì a portare in ben quattro occasioni la Fiesta sul gradino più alto del podio (Monte Carlo, Messico, Tour De Corse, Great Britain), conquistando al termine del 2018 il suo sesto titolo iridato (il secondo con la squadra britannica) dopo aver battagliato nel corso dell’annata con Thierry Neuville e Ott Tänak. Dopo le due d’orate stagioni con il campione di Gap, il team inglese ha dovuto fare i conti con un budget non paragonabile a quello di Hyundai e Toyota, e così a risentirne maggiormente sono stati i risultati. Infatti tra il 2019 e il 2020 sono arrivati in totale quattro podi e diversi piazzamenti, ma zero vittorie. Si è arrivati così al 2021, una stagione caratterizzata dal dualismo tra Hyundai e Toyota, e con M-Sport costretta nuovamente a fare da spettatrice nella lotta per il titolo iridato. Nonostante ciò, nell’evento monzese il team cercherà di ottenere il miglior risultato possibile per salutare degnamente una vettura che ha saputo riportare in alto il vessillo dell’Ovale Blu.

“Non vedo l’ora di essere a Monza – ha dichiarato Richard Millener, team principal di M-Sport, che abbiamo intervistato alla vigilia della finale di Campionato del Mondo -. Il format della gara ha diviso gli appassionati, ma per me avere la possibilità di portare il mondiale nell’iconico circuito di Monza, con il pubblico presente, sarà fantastico. Ci sarà un titolo da assegnare, e noi faremo da spettatori, ma il nostro obiettivo sarà quello di dare alla Fiesta il miglior addio possibile. La macchina e il team hanno raggiunto risultati incredibili dal 2017 ad oggi, e spero che i ragazzi le diano il giusto addio”.

Euforia anche nelle parole di Gus Greensmith, intenzionato ad ottenere un buon risultato per chiudere al meglio la sua stagione. “Monza è un rally a due facce: ci sono le prove in circuito che hanno dei tratti su sterrato, cosa che non vediamo negli altri eventi su asfalto. Anche il tratto in asfalto del circuito è molto diverso da ciò a cui siamo abituati, e questo ne fa un evento totalmente a se stante. Poi ci sono le prove in montagna e tre sono le stesse dello scorso anno, quindi posso dire di conoscerle abbastanza bene. Le condizioni possono essere molto difficili, ma lo scorso anno siamo riusciti a fare anche dei buoni tempi. Penso che potremmo fare molto bene quest’anno”.

Infine, per quanto riguarda Adrien Fourmaux sarà il suo primo Monza al volante della Ford Fiesta WRC Plus, visto che lo scorso anno vi prese parte con la Ford Fiesta Rally2. “Sono veramente contento di tornare a Monza dopo avervi già corso lo scorso anno, anche se con la Fiesta Rally2. La possibilità di correre sia in circuito che sulle montagne è molto interessante. Le prove esterne sono molto belle e lo scorso anno le difficoltà aumentarono a causa delle condizioni meteo. Siamo contenti di rivedere gli spettatori in circuito e non vediamo l’ora di iniziare l’evento. Inoltre voglio ringraziare M-Sport e tutti i miei sponsor per l’incredibile stagione che abbiamo vissuto”.