,

In Cile riscatto Tanak e M-Sport, Toyota vince il Costruttori

L’estone Ott Tanak coglie in Cile la seconda vittoria stagionale nel WRC. Sul podio Neuville e Evans. Suninen sbaglia nel finale e butta via un podio meritatissimo, Solberg trionfa nel WRC2.

In Cile, finalmente si è rivista M-Sport, che ha fornito al suo alfiere numero uno Ott Tanak, una Ford Puma Rally1 finalmente all’altezza della concorrenza. Questo ha permesso all’ex Campione del mondo 2019 di vincere il Rally del Cile, terzultimo appuntamento del WRC 2023. Un successo di forza, meritatissimo, quello del pilota estone e del suo co-equiper Martin Jarveoja. Dopo una prima fase di studio durata quattro speciali (in cui si sono alternati al comando lo stesso Tanak, Evans e Suninen), riescono a prendere il comando della generale sulla quinta speciale del rally e da lì in poi danno vita a un vero e proprio assolo, regalando al team britannico la seconda vittoria stagionale, dopo quella conquistata dallo stesso Tanak a inizio stagione in Svezia.

Alle sue spalle chiude Thierry Neuville. Il belga, al volante della Hyundai i20 Rally1, corre una gara attenta e all’insegna della prudenza e porta a casa un buon secondo posto assoluto, che fa sperare in ottica Rally Centro Europa e Giappone, ultimi due appuntamenti della WRC che si disputeranno entrambi su fondo catramato. Completa il podio, in terza posizione, Elfyn Evans. Il gallese sale sul terzo gradino del podio per un gentile omaggio di Teemu Suninen. Il pilota finlandese, disputa un rally di altissimo livello, lottando per l’intera prima giornata di gara con Tanak per la vittoria, ma sulla penultima speciale della gara commette un errore danneggiando la sospensione anteriore destra della sua i20 Rally1 ed è costretto a un ritiro che lascia tantissimo amaro in bocca, sia al pilota sia a Hyundai che vede sfumare un risultato pesante in ottica Campionato Costruttori.

Quarta posizione per Kalle Rovanpera, il campione del mondo in carica e leader del WRC limita al massimo i danni sui difficili sterrati cileni è porta a casa un piazzamento che, unito alla vittoria nella Power stage, lo avvicina sempre di più al secondo titolo iridato consecutivo. Quinta posizione per Takamoto Katsuta. Il simpatico pilota nipponico, al debutto assoluto sulle strade cilene, porta a casa un risultato più che positivo che gli permette di guardare con maggior fiducia agli ultimi due appuntamenti iridati in calendario, tra cui figura anche il rally di casa, in programma nel mese di novembre.

Sesta posizione per Oliver Solberg (Skoda Fabia RS Rally2): il giovane figlio d’arte rionfa nel WRC2, ma ai fini del titolo è un successo inutile in quanto il pilota scandinavo ha già disputato le sette gare utili ad acquisire punteggio. Alle sue spalle chiudono i compagni di squadra Gus Greensmith, Sami Pajari e Nicolay Gryazin. Decima posizione per Yoann Rossel, il francese rosicchia qualche punto ad Andreas Mikkelsen e si andrà a giocare il titolo proprio contro il norvegese e Greensmith nelle ultime due gare della stagione. Tra i costruttori, il ritiro sul finale di gara di Suninen, apre la strada a Toyota che porta a casa il titolo anche in questo 2023.

CLASSIFICA PILOTI: Rovanpera 217 punti, Evans 186, Neuville 155, Tanak 146, Ogier 99

COSTRUTTORI: Toyota 466 punti, Hyundai 360, M-Sport 247