Kalle Rovanpera in Grecia, foto Janus Ree

In 70 all’Acropoli con un plateau da record di Rally1

Dopo i passaggi a vuoto in termini di iscritti in Kenya, Estonia e Finlandia, il Mondiale WRC riprende quota in Grecia con un’elenco che conta settanta iscritti, con tredici vetture della classe Rally1. Tra le auto della classe regina, la parte del leone la reciterà il team M-Sport Ford che arriva ad Atene con un carico di sei Ford Puma Rally1.

Gli occhi di tutti gli appassionati saranno puntati sul nove volte campione del mondo, Sébastien Loeb che torna in Grecia dopo dieci anni di assenza, assieme al “cannibale” il team dell’ovale blu schiererà anche Craig Breen, Adrien Fourmaux, Gus Greensmith, Pierre Louis-Loubet e Jourdan Serderidis.

Nessuna sorpresa nella line-up Toyota Gazoo Racing, con il leader del campionato Kalle Rovanpera che sarà affiancato da Esapekka Lappi, Elfyn Evans e dal giovane nipponico Takamoto Katsuta.

“Ypres è un rally su asfalto impegnativo e veloce, con molte frenate brusche, tagli e tanta terra e pietre che arrivano sulla strada – dice Jari Matti-Latvala -. Se piove può essere molto scivoloso e i piloti devono essere in grado di interpretare la strada costantemente per valutare come sta cambiando l’aderenza. Siamo molto più preparati quest’anno con l’esperienza che abbiamo acquisito l’anno scorso. Comprendiamo la natura del rally e abbiamo testato su strade più adatte. Penso che saremo più competitivi e potremo lottare per la vittoria. Sarà anche interessante vedere la GR Yaris H2 in azione: è stato emozionante per me gareggiare alla 24 Ore del Fuji insieme ad Akio e ora abbiamo la possibilità di dimostrare la stessa tecnologia sulle prove speciali dei rally”.

Novità, invece in casa Hyundai Motorsport che al fianco del confermatissimo duo composto da Thierry Neuville e Ott Tanak, schiererà il rientrante Dani Sordo alla sua terza uscita stagionale dopo i due podi conquistati in Portogallo e Sardegna.

“Sebbene sia una breve inversione di tendenza rispetto all’ultimo rally, abbiamo molta fiducia nel Belgio. La vittoria al Rally di Finlandia ha dimostrato che la Hyundai i20 N Rally1 è affidabile, competitiva e sicuramente capace di vincere i rally – ha detto Moncet, dimenticando che la vettura ha avuto problemi e solo grazie ad Ott ha vinto -. Abbiamo ottenuto buoni risultati a Ypres l’anno scorso, con Thierry e Martijn che hanno condotto un eccellente 1-2 nella gara di casa. Il nostro ritmo sull’asfalto durante il Croatia Rally è stato buono, quindi speriamo di avere la stessa velocità il prossimo fine settimana su una superficie simile. Per Oliver sarà un’altra occasione per imparare e migliorare. Come parte del suo processo di crescita, dobbiamo concedergli più tempo possibile in macchina. Certo, i tre giorni saranno difficili; le strade sono impegnative. Tuttavia, il nostro obiettivo è continuare a creare energia positiva nel team e lottare ancora una volta per il gradino più alto del podio”.

Grandi sfide sono attese nel WRC2 Open con tutti i migliori piloti nuovamente al via, questo non accadeva dal Portogallo e dalla Sardegna. Sarà grande lotta tra il leader del campionato Andreas Mikkelsen e Emil Lindholm, Yohan Rossel, Teemu Suninen, Nikolay Gryazin e Marco Bulacia. Unica assenza di peso quella del polacco Kajto, che sembra intenzionato a prendere il via alle due gare extra-europee in Nuova Zelanda e Giappone.