Yohann Rossel

Il Tribunale d’Appello dà torto a Yohan Rossel

Il 12 settembre 2021, i commissari sportivi della FIA hanno ricevuto un rapporto dal vice delegato tecnico sulla non conformità dell’auto di Yohan Rossel alle verifiche tecniche post-evento dell’Acropolis Rally. La Citroen di Yohan Rossel era risultata non conforme all’Articolo 10.3.3 del Codice Sportivo Internazionale FIA ​​2021. In pratica, il peso di una componente, nello specifico un telaietto ausiliario anteriore, era superiore al peso massimo autorizzato. Gli steward avevano quindi deciso di squalificare Yohan Rossel dall’EKO Acropolis Rally (WRC3) 2021.

Il 16 settembre, cioè quattro giorni dopo la fine della gara, Yohan Rossel ha deciso di impugnare la decisione degli steward convinto delle sue ragioni. E così si è rivolto alla Corte d’Appello Internazionale. Il Tribunale, sentite le parti ed esaminate le loro conclusioni, se in un primo momento aveva decisio di dichiarare ammissibile il ricorso, alla fine lo ha respinto, dando torto a Rossel e confermando la decisione numero 3 del 12 settembre 2021 dei commissari sportivi dell’EKO Acropolis Rally ai fini del FIA WRC3 2021.