Podio Rally del Ticino 2021

Il Rally Ronde del Ticino accende i motori

Occhi puntati sul leader della classifica provvisoria di Campionato, Jonathan Hirschi a caccia del terzo successo consecutivo dopo Alba e Mont Blanc. Il suo primo inseguitore sarà Jonathan Michellod, che ha ottenuto la sua prima vittoria in carriera allo Chablais e punterà a tenere aperti i giochi per vincere il titolo ”a domicilio” al Valais.

La ventiquattresima edizione della popolare manifestazione, in programma il 30 settembre e 1 ottobre è alle porte. Valida come quinta prova (su sei in calendario) del Campionato Svizzero Rally 2022, la gara ha raccolto l’adesione dei principali protagonisti della serie, oltre che di molti vincitori delle edizioni precedenti. 

Dopo l’edizione 2021 vinta dal pilota Sebastien Carron su VW Polo R5, primo al traguardo davanti ad Ivan Ballinari e Andrea Crugnola, il Rally Ronde del Ticino ritorna con un percorso modificato, comprendente quattro prove speciali diverse, tre delle quali si ripeteranno due volte nella giornata di sabato 1 ottobre.

I campioni di Rally daranno vita a due appassionanti giornate di sport, lungo un itinerario tecnico e selettivo con ampi spazi a disposizione del pubblico per incitare i propri beniamini. Due le grandi novità: la PS Penz, lunga 6,6 km e la PS spettacolo Chicco d’Oro che si disputerà venerdì sera a Balerna.

Completeranno la manifestazione la classica PS Valcolla, che si dispiega per poco più di 14 km, e la PS Isone di oltre 20 km, per una lunghezza complessiva del rally di 313 km di cui 80 km di sfide contro il cronometro.

L’elenco iscritti comprende 57 equipaggi nella gara delle vetture moderne e 3 nelle storiche. 
Saranno 3 le vetture WRC al via, capitanate dalla Citroën DS3 WRC di Mirko Puricelli che affronterà la Fiesta WRC di Paolo Sulmoni e l’analoga vettura di Maurizio Stasia.

Occhi puntati sul leader della classifica provvisoria di Campionato, Jonathan Hirschi a caccia del terzo successo consecutivo dopo Alba e Mont Blanc. Il suo primo inseguitore sarà Jonathan Michellod, che ha ottenuto la sua prima vittoria in carriera allo Chablais e punterà a tenere aperti i giochi per vincere il titolo ‘a domicilio ” al Valais. In terza posizione provvisoria Mike Coppens, Campione Svizzero in carica impostosi nell’appuntamento inaugurale della stagione al Criterium Jurassien.  
Una nota anche per Jean-Marc Salomon che debutta al volante della VW Polo, Sergio Pinto che è quarto in campionato con l’Alpine GT, e interessante sarà la prestazione di Kevin Gilardoni vincitore di tre edizioni consecutive, mentre Grégoire Hotz ne ha vinte due Focus sull’idolo locale Ivan Ballinari, sesto in campionato, attualmente al comando del TER –  Tour European Rally. La serie internazionale approvata dalla FIA si concluderà il weekend successivo al Rally Ronde del Ticino, con il sesto ed ultimo appuntamento stagionale al Rally Terra Sarda in Italia.

“Il Ticino è il Rally di casa, quello nel quale nel 2019 ho festeggiato il secondo titolo! La gara rispetto al passato è stata modificata e ampliata. E’ molto emozionante gareggiare ancora con il numero 1.
Per me è sempre molto bello tornare nei paesi dove sono cresciuto durante la mia infanzia (Villa Luganese).” a parlare è proprio Ballinari che continua “Nella prova Chicco d’oro è evidente che la cosa fondamentale sarà fare spettacolo. La PENS ha un’inedita prova in discesa piena di tornanti e sia per piloti che per il pubblico sarà piena di adrenalina. Il circuito di Isone potrebbe invece essere l’ago della bilancia.  Noi abbiamo intenzione di divertirci e di fare il nostro meglio per ottenere un ottimo risultato.”

Sarà sicuramente una gara molto combattuta con diversi pretendenti alla vittoria schierati.
 Il 24esimo Rally del Ticino si conferma quindi nel solco di una tradizione consolidata, su strade veloci e tortuose, per duelli sul filo dei secondi nel Campionato Svizzero Rally 2022, la Coppa Svizzera dei Rally, il Campionato Junior Svizzero, il Trophée Michelin, la Coppa Svizzera dei Rally Storici VHC, il Campionato Ticinese Rally, e l’insegna sportiva ASS.

L’organizzatore Max Beltrani:
“Tutto é pronto per la ventiquattresima edizione del Rally del Ticino. Quest’anno, la gara di casa, si presenta in una veste nuova.  Le prove saranno quattro: la classica ma sempre attuale PS Valcolla, la PS Isone alla quale é stato invertito il senso di marcia, la PS Penz inedita rispetto gli anni passati perché é stata rimodellata e allungata, e la nuovissima Prova spettacolo Chicco d’oro che andrà in scena venerdì sera a Balerna! Quest’anno abbiamo scelto, a differenza degli altri anni, di aggiungere una prova spettacolo per dare ancora più risalto a questa manifestazione che ogni anno porta migliaia di spettatori a bordo strada a tifare i nostri piloti. Gli iscritti rispetto l’anno passato sono un po’ meno, ma 60 concorrenti considerato il periodo storico sono un ottimo risultato!”.