,

Il Rally Europa Centrale svela le prime informazioni

Rally Europa Centrale

Partenza e prova spettacolo a Praga e service park a Passau sono le prime certezze del neonato Rally Europa Centrale, su idea del già esistente Rally 3 Nazioni.

Sono stati rivelati nel corso di una conferenza stampa i primissimi dettagli sul nuovo Rally Europa Centrale. La gara avrà la sua base a Passau, località situata nella Bassa Baviera e unica al mondo perché si trova alla confluenza di 3 fiumi provenienti da tre diversi punti cardinali (l’Inn da sud, il Danubio da ovest e l’Ilz da nord) ed inoltre è vicinissima al confine austriaco e della Repubblica Ceca.

La partenza si svolgerà giovedì 26 ottobre nello splendido scenario del castello di Praga. Saranno proprio le strade della capitale ceca ad ospitare la prima prova del rally che sarà disputata a Strahov, questa località ospita ogni anno il TipCars Pražský Rallysprint, evento che porta nelle strade della capitale oltre 250.000 spettatori. La giornata successiva, ovvero quella di venerdì 27 ottobre sarà completamente incentrata in territorio ceco con il probabile utilizzo delle speciali del 3-Städte-Rallye, già note agli equipaggi abitualmente frequentatori del campionato ceco e tedesco.

Sabato 28 ottobre la gara si trasferirà in Austria con le mitiche speciali dello Jännerrallye, che dovrebbero essere le principali protagoniste della giornata, mentre il gran finale previsto per domenica 29 ottobre sarà tutto in territorio tedesco.

Nel corso di una conferenza stampa, il presidente dell’ADAC Sports Gerd Ennser ha raccontato di come si è arrivati alla decisione di disputare il rally in tre nazioni diverse, spiegando l’idea iniziale era quella di coinvolgere Francia e Belgio.

“Durante lo stop dovuto alla pandemia, siamo andati alla ricerca di nuovi partner – ha detto -. Ci siamo resi conto che negli ultimi anni la situazione economica è mutata, inoltre è veramente complicato trovare sponsor importanti in Germania. Non si esiste alcun sostegno economico da parte degli enti Governativi. Tutto questo ci aveva spinto ad avviare contatti con i nostri vicini di casa, la Francia e il Belgio, ma questi non son andati a buon fine. Quindi abbiamo deciso di rivolgerci all’Austria e alla Repubblica Ceca e assieme abbiamo deciso di provarci. L’entusiasmo del rally ceco, l’organizzazione tedesca e la bellezza delle prove austriache, questo il nostro biglietto da visita per il Promoter WRC a cui abbiamo presentato il progetto. Il promoter ha sposato pienamente il progetto e ci hanno supportato pienamente, tutto questo lavoro è durato oltre tre mesi. Il progetto del rally è basato sulle speciali del 3-Städte-Rallye, le prove speciali sono molto belle e corse in un’ambiente bellissimo, ulteriori dettagli sul percorso lì forniremmo successivamente”.

Scopri l’edicola digitale di RS

RS

A tutti gli abbonati, l’accesso all’archivio storico lo regaliamo noi