Ott Tanak sulla Toyota Yaris WRC al Rally Estonia 2018

Il Rally Estonia sempre più nel WRC: firmato l’accordo

Il primo ministro estone Jüri Ratas ha dato il suo sostegno formale come governo a sostenere la tappa del WRC in Estonia, che diventerebbe la manifestazione più importante del Paese. Il ministro della Cultura, Indrek Saar, ha firmato un accordo a Tallinn con il promotore del WRC, con l’Unione Autosport Estone e l’Estonia Rally per sostenere il rally, che diventerà un evento ufficiale WRC.

Ratas ha incontrato poi l’amministratore delegato della società che gestisce i diritti d’immagine del WRC, Oliver Ciesla, per parlare concretamente della gara in uno dei Paesi più appassionati del mondo. Dunque, l’Estonia ha tutte le carte in regola per entrare nel WRC. Le star del Campionato del Mondo Rally e le loro spettacolari World Rally Car invaderanno per tre giorni, dal 12 al 14 luglio 2019, il sud dell’Estonia.

Un inizio decisamente strepitoso per Ott Tanak che l’anno scorso ha vinto la gara di casa e che quest’anno è uno dei favoriti nella corsa al titolo 2019 del WRC. In Estonia, la sua popolarità è alle stelle. E per la verità non solo in Estonia. Chiissà, magari al via del Rally Estonia 2020 potrebbe partire come campione del mondo in carica… Anche il suo team, Toyota Gazoo Corsa, divide le sue attività tra la sua base principale in Finlandia e un nuovo laboratorio a Tallinn, dove le Yaris World Rally Car vengono rialzate dopo ogni rally.

I fan seguono le fortune di Tanak in televisione in Estonia, dove Postimees Group ed Estonian Public Broadcasting trasmettono il WRC. Il pubblico domenicale dei rally è pari a circa centomila persone su un totale di un milione e trecentomila abitanti. Degli sportivi, l’ottanta per cento è appassionato di rally. Quasi quarantamila appassionati erano l’anno scorso al Rally Estonia. “Ott Tanak e Martin Järveoja sono due sportivi e appassionati che rendono orgogliosi tutti”, ha detto Ciesla.

“I fan e i media in Estonia seguono il WRC con enorme entusiasmo. Apprezziamo la possibilità di portare un evento lì. Apprezziamo anche il grande sostegno da parte del governo estone, dell’Unione Autosport Estone e dell’Estonia Rally” ha aggiunto Ciesla. Il direttore del rally, Urmo Aava, prevede di portare diversi piloti WRC all’evento. “La firma di questo documento e la possibilità di iniziare a lavorare per creare una bella gara WRC è un onore per tutta la nostra squadra, che ha sacrificato otto anni della loro vita per questo”.

“Ciò dimostra che abbiamo fatto le cose nel modo giusto. Abbiamo fatto una buona impressione con il governo estone, con il promotor del WRC, con la Fia, con i team WRC, con nostri sponsor e anche e soprattutto con tutti gli appassionati di rally estoni”, ha detto Aava.