,

Il Rally di MonteCarlo perde i pezzi: addio al Col de Fontbelle

Ott Tanak, Rally di MonteCarlo 2022

Come anticipato alcuni giorni fa, ACM è costretta a rivedere il percorso 2023 del Rally di Montecarlo che perde il passaggio più bello dell’intera gara.

A pochi giorni dalla pubblicazione del RPG (Regolamento particolare di gara), gli organizzatori del Rally di Montecarlo sono costretti a rivedere i loro piani e ha ridisegnare completamente la terza giornata di gara, per intenderci quella del sabato. La decisione ufficiale è arrivata quest’oggi, ma era nell’aria da diversi giorni ed è dovuta alla mancanza di barriere di sicurezza sulla speciale Saint-Geniez – Thoard.

Il rally perde così la speciale più bella e attesa dell’intero rally, quella che prevedeva il passaggio sul col de Fontbelle unico punto dell’intero rally dove era praticamente certa la presenza di neve e del temibilissimo verglas. La speciale viene sostituita con Le Fugeret – Thorame-Haute” (16,80 km), prova già nota ad equipaggi e appassionati per esserci disputata lo scorso anno.

Il day3 si aprirà col passaggio sul crono di Le Fugeret – Thorame-Haute” (16,80 km), seguito dalle speciali di Malijai – Puimichel” (17,31 km) e Ubraye – Entrevaux” (21,78 km), speciali che saranno ripetute per due volte intervallate da un riordino e da un cambio pneumatici a Puget-Théniers. Il rally con questi cambiamenti passa dagli originali 314.52 chilometri cronometrati a 327.87.

Scopri l’edicola digitale di RS

RS

A tutti gli abbonati, l’accesso all’archivio storico lo regaliamo noi