,

Il Portogallo resta nel WRC per il biennio 2025-2026

Neuville in Portogallo

La gara lusitana conferma il suo slot nel WRC per le prossime due stagioni

Nel calendario WRC 2025 la presenza del Rally del Portogallo era un punto interrogativo, questo punto è stato finalmente tolto con l’accordo tra Promoter e organizzatore della gara lusitana per le prossime due stagioni. Un accordo che sembrava sempre sul punto di chiudersi è che se finalmente concretizzato con la stretta di mano tra Jona Siebel (Promoter WRC) e il Presidente dell’Automobil Club Portogallo Carlos Barbosa.

“Siamo orgogliosi del contratto firmato con il Promoter per le prossime due stagioni – dichiara Carlos Barbosa Questo accordo è il giusto riconoscimento agli organizzatori del Rally del Portogallo. Non dimentichiamoci che sono coinvolte 1200 persone nella preparazione dell’evento e i commissari e agenti di sicurezza coinvolti sono più di 600. Questo accordo biennale è molto importante, perché permetterà agli eventi locali la giusta programmazione per ospitare al meglio la manifestazione”.

Il Portogallo è fin dagli albori una delle gare simbolo del Mondiale WRC, al pari di Montecarlo e Finlandia. Presente nel calendario iridato dal 1973, la gara ha avuto un percorso ininterrotto nel Mondiale fino al 2001, edizione che fu contrassegnata dalla pioggia e dalla cancellazione di quasi 90 chilometri cronometrati. La gara lusitana nel 2002, fu estromessa dal Mondiale WRC per far posto alla Germania, ritornando nel massimo campionato solamente nel 2007 con base della gara nel territorio dell’Algarve. La gara rimasse nel sud del Paese fino al 2015, per poi tornare nel Nord del Paese con il coinvolgimento di alcune speciali che avevamo fatto la storia del Portogallo iridato come la mitica Fafé con il suo iconico salto di “Pedra Sentata”.

Parole di elogio per la gara lusitana, sono arrivate da Jona Siebel. “Siamo molto soddisfatti di questo accordo con gli organizzatori del Rally del Portogallo. Siamo entusiasti, vedere un milione di persone sulle speciali in questi quattro giorni di gara è veramente entusiasmante e incredibile”.