Rally San Martino 2021

Il CIRA verso la quinta prova: ecco il Rally San Martino

Signor nel mirino di Campedelli e Fontana, con outsider Testa e Carella. Si prepara una sfida Stratos-ferica fra Costenaro e Fassina, ma Nodari vuole un Historique tris con la Subaru Legacy tra gli ”affetti speciali”.

Il 42° Rallye San Martino di Castrozza, quinta tappa del Campionato Italiano Rally Asfalto 2022 in programma tra venerdì 9 e sabato 10 settembre, si prepara ad accendere i motori. Stessa scadenza per il 13° Historique, carico di “affetti speciali” tra i suoi protagonisti e la moltitudine di appassionati che si preparano a salire in quota, curiosi di scoprire la diversità delle prove speciali. Gobbera, Sagron Mis e Col Falcon daranno chilometri di nuovi stimoli agli equipaggi e l’impegno a sfruttare egregiamente le ricognizioni autorizzate sul percorso, giovedì 8 settembre, con soli tre passaggi consentiti.

Giova ricordare, come recita il regolamento Aci Sport, che “la classifica finale del Campionato verrà redatta sulla base dei migliori 5 risultati acquisiti nelle classifiche finali di gara, riferiti ad un max di 6 gare disputate da ogni concorrente”, sulle 7 gare disponibili in calendario. Ogni appuntamento, quindi, sconta qualche assenza significativa, in base alle decisioni dei singoli concorrenti.

A San Martino si presenta da leader Marco Signor (50 punti e nessuno scarto finora), mentre non ci sarà Corrado Pinzano (38 con un ritiro al Marca), immediato inseguitore. Principali antagonisti Simone Campedelli (37,50 con scarto del Marca e ritiro al Lana) e Corrado Fontana (36,50 e ancora nessuno scarto). Outsider da tenere d’occhio Giuseppe Testa (26) e Andrea Carella (23,50), entrambi con lo scarto del Lana.

La disfida vintage non ha griffe da scudetto, ma il prestigio del Rallye antico, mito della specialità. Aggiornato a ieri, “l’exit poll” dice che è stata superata quota 30 iscrizioni, mostrando quanto San Martino abbia appeal tra i proprietari di leggiadre quattroruote in un mese dove figurano prima e dopo ravvicinati due appuntamenti del Campionato Italiano.

La corsa moderna erede di quella antica e l’Historique per riproporre il rombo di aspirati dal fascino intramontabile. “Eredità” è l’anglosassone “Legacy” come la Subaru di Paolo Nodari, prima l’anno scorso e candidata per dare al suo pilota un tris di vittorie contando anche il sigillo 2020 su Porsche 911 Carrera. Per i patiti del marchio Lancia si profila una sfida Stratos-ferica tra le HF di Tony Fassina e Giorgio Costenaro. Tutto da godere anche il confronto tra due illustri driver d’oltralpe, Michale Stoscheck su Porsche 911 Rs del 2° Raggruppamento e Stefan Burkart su Mazda 323 del 4°.