Ventura-Brun

Il Baja Vermentino incorona Ventura-Brun

La penultima tappa del doppio tricolore offre il titolo Side by Side Vehicles al torinese, dominatore su ogni prova. Per il modenese di Suzuki di Gruppo T1 arriva la prima gioia stagionale. Secondi Mengozzi-Schiumarini su Mitsubishi Pinin T1 a 36.2’’. I cugini Trivini Bellini, su Pajero di T2, chiudono terzi e lasciano aperta la corsa al titolo CCR.

Il 3° Baja Vermentino ha dato spettacolo lungo i cinque tratti cronometrati del penultimo round per il Campionato Italiano Side by Side Vehicles e Campionato Italiano Cross Country Rally. La trasferta sarda, disputata sugli sterrati attorno alla località di Berchidda, si è trasformata in una passerella tricolore per Amerigo Ventura e Mirko Brun che centrano la quarta vittoria consecutiva sul Yamaha YXZ 1000 R e vincono il titolo SSV con una gara d’anticipo. Un dominio messo in mostra sin dalla prima speciale dell’anno da parte dello specialista torinese, il più veloce alla giuda del mezzo tubolare di marca giapponese anche su ogni prova di questo Baja. Alle sue spalle completano il podio tutto firmato Yamaha Valentino Rocco ed Elisa Tassile seconda posizione a 1’30.8, seguiti dal rookie Alessandro Bonetto in coppia la giovane Chiara Casu, alla sua prima gara da navigatrice.

Rimane invece tutto aperto il discorso che riguarda il titolo Cross Country Rally. Questo grazie alla prima vittoria stagionale per Emilio Ferroni e Daniele Fiorini su Suzuki Grand Vitara di Gruppo T1. L’esperto driver modenese si mette quindi alle spalle una stagione fin qui piuttosto sfortunata, fatta di grandi piazzamenti in prova ma pochi risultati finali. Ferroni si è fatto trovare pronto al momento giusto durante la mattinata del sabato, quando Alfio Bordonaro e Roberto Briani, fin lì in testa alla classifica, sono stati rallentati da noie alla frizione. Per il catanese sull’altro Prototipo Suzuki resta il rammarico dopo un primo frangente di gara che lo aveva proposto come protagonista assoluto, ma alla fine si trova costretto ad accontentarsi del quinto posto assoluto, utile comunque sia per rimanere in corsa in campionato che per puntare al vertice del Suzuki Challenge nell’ultimo scontro. In seconda posizione si sono piazzati invece Manuele Mengozzi e Andrea Schiumarini, con 36.2’’ di distacco dalla vetta, anche loro tornati sul podio a bordo del Mitsubishi Pinin di Gruppo T1 dopo un avvio di stagione con poco redditizio. A completare il trio di testa ci pensano Alessandro e Marco Trivini Bellini, su Mitsubishi Pajero di Gruppo T2, a 1’21.2 di margine. Con questo risultato i cugini mantovani restano ai vertici della classifica di campionato e si giocheranno le loro opportunità all’ultimo Baja delle Marche, in programma a metà ottobre.

Ai piedi del podio assoluto, secondi di gruppo T2, si piazzano Andrea Luchini e Piero Bosco su Grand Vitara nonostante una giornata iniziale compromessa da una noia alla vettura che andava in protezione, poi risolta in assistenza. Costante e senza errori la gara di Mauro Cantarello e Federico Lezi, sesti sull’altro Vitara di T2. Un risultato che li tiene ancora in gioco per la sfida finale del trofeo monomarca Suzuki. In settima posizione taglia un altro traguardo importante per Suzuki il pluricampione Lorenzo Codecà, navigato da Mauro Toffoli, che completa il percorso di sviluppo del nuovo Jimny di Gruppo T2 e dimostra l’affidabilità del mezzo da 100cv anche sulle sconnesse e insidiose strade sarde. Bersaglio centrato anche per Gianluca Morra e Luca Abbondi che completano la formazione del tricolore Cross Country con il loro Grand Vitara di Gruppo TH.