Ott Tanak

Hyundai Motorsport sogna il successo in Kenia

In casa Hyundai Motorsport si guarda con molto ottimismo verso il Safari Kenya Rally, sesto appuntamento del Mondiale Rally 2022. Il team coreano arriva a Nairobi forte della prima vittoria stagionale ottenuta in Sardegna da Ott Tanak e dal doppio podio conquistato da Dani Sordo (qui assente) proprio sull’isola dei quattro mori e in Portogallo.

“La vittoria e il doppio podio conquistati in Sardegna sono stati un risultato eccellente che rilancia le ambizioni del nostro Team – dichiara il team manager del team coreano – L’obiettivo per il Kenya è quello di confermare quanto ci siamo prefissati per questa seconda parte di stagione, ovvero lottare per la vittoria”.

La line-up rispetto a quanto visto in Portogallo e Sardegna cambia ancora una volta con Dani Sordo che lascia il sedile al giovane Oliver Solberg, chiamato a riscattare un avvio di stagione non propriamente sufficiente. Lo scorso anno la gara di Solberg durò poche decine di chilometri, il pilota nordico uscì di strada danneggiando il roll-bar della sua i20 WRC. “Il Kenya è un rally molto eccitante in quanto si corre in un contesto unico. Sarà una gara molto impegnativa e difficile, non vedo l’ora di gareggiare lì con la nostra Hyundai i20 Rally1. L’obiettivo è quello trovare un buon ritmo gara e di marcare punti per il campionato Costruttori.”

Reduce dal successo in Sardegna, Ott Tanak proverà a migliorare il terzo posto ottenuto nella passata edizione al volante della i20 WRC: “Il Safari Kenya dello scorso anno è stata una grande sfida, una avventura incredibile. Questa stagione la priorità è quella di “proteggere” la vettura e di provare a centrare un buon risultato. Speriamo di poter ottenere un altro buon risultato dopo la vittoria ottenuta quindici giorni prima in Sardegna”.

Chiusura per Thierry Neuville, il pilota belga reduce da un Sardegna non propriamente da ricordare, arriva in Kenya voglioso di riscattarsi dopo l’amaro ritiro della passata stagione: “Il Safari è un evento molto difficile in cui è fondamentale trovare il giusto equilibrio tra attacco e difesa. Il meteo giocherà un ruolo importantissimo, lo scorso anno mi son sentito a mio agio su queste strade e quest’anno sono voglioso di riscattare il ritiro dello scorso anno. Non vediamo l’ora di cominciare!”.