Jari Huttunen, Ypres Rally 2021

Hyundai i20 Rally2: vittoria caduta da cielo al debutto

Dopo il non proprio brillante debutto della nuova Hyundai i20 Rally2 ad Ypres (ma quello della Clio Rally4 era stato peggiore) il team principal di Hyundai Motorsport, Andrea Adamo, ritiene che non si siano mai viste le vere prestazioni della nuova creatura su quattro ruote. E questo nonostante abbia vinto in solitaria il WRC2 al debutto (erano in quattro, due Ford e due Hyundai, ed è arrivata solo una Hyundai). La nuova vettura sostituirà la i20 R5 presentata per la prima volta nel 2016.

Oliver Solberg e Jari Huttunen erano coloro che hanno fatto debuttare l’auto al Rally di Ypres, un evento tradizionale per il debutto delle nuove auto R5 e Rally2: Ford Fiesta R5 e Rally2, Peugeot 208 T16 e l’originale i20 R5. Teemu Suninen di M-Sport ha condotto la gara WRC2 all’inizio con la Fiesta Rally2, prima di commettere un errore che gli è costato una foratura e poi il successivo surriscaldando il motore. Tana libera tutti. Passa in testa Solberg Jr con Huttunen, che ha anche accusato una foratura nella stessa prova di Suninen, secondo.

Solberg domina la classe per l’intera giornata senza mai brillare a livello di tempi, nonostante completi oltre la metà dei chilometri senza servosterzo, che intanto si era rotto, e quindi il comando domenica mattina passa di mano poiché la sua nuova e fiammante Hyundai si è rifiutata pure di partire dal parco chiuso. Huttunen è il nuovo leader, è rimasto solo lui, che ha portato a casa una vittoria di classe per Hyundai al debutto della i20 N Rally2, anche se ha dovuto lottare senza servosterzo nella fase finale. Ma tanto non c’era più nessuno ad inseguirlo.

Bisogna evidenziare come le Citroen C3 Rally2, Skoda Fabia Rally2 e le Volkswagen Polo GTI R5 in gara nel WRC3 fossero sempre più veloci della nuovissima Hyundai i20 Rally2. In ogni prova. In ogni circostanza. DirtFish ha chiesto ad Adamo una considerazione su questo debutto. La risposta è stata la seguente: “Quando debutti e vinci, è sempre bello. È vero che cerco di essere sempre serio ed è difficile dire come mi sento. Ho chiesto ai piloti, soprattutto il primo giorno, di percorrere le prove e conoscerle. Non avevano mai fatto Ypres prima e la i20 è una macchina nuova di zecca. Hanno fatto bei tempi, e poi all’improvviso ci siamo trovati in testa con un margine enorme perché qualcun altro ha avuto un problema”. Poi il margine è sparito perché qualcun altro si è dovuto ritirare, perché finché c’è stata gara…

“Ho detto ai miei piloti di non mettere nemmeno la macchina in quarta marcia. Penso che non abbiamo mai visto le prestazioni della vettura. Avrei potuto prendere un pilota locale che conosce le strade bene. Ma eravamo qui per un altro motivo e anche per fare esperienza. Abbiamo avuto un problema nei tubi dello sterzo che non avevamo mai avuto prima. Ovviamente se lo avessimo avuto, lo avremmo risolto prima. Mi conosci, non sono qui a giocare a carte – dice l’ingegnere Adamo al giornalista di DirtFish -. E finalmente abbiamo vinto nel WRC2. Se mi chiedi se sono contento di quello che ho visto, ti rispondo: come posso essere felice di un qualcosa che è caduto dal cielo?”.