WRC 2021: il punto sulle squadre e sui protagonisti

Guida alle prove del Rally Monte-Carlo 2022

Ci siamo, il Mondiale WRC 2022 riprende il via con il rally mito per eccellenza, il MonteCarlo. L’edizione 2022 della gara monegasca vedrà il ritorno del Principato come base della gara dopo diversi anni in cui la gara è stata basata da prima a Valence e successivamente a Gap. Questo cambiamento ha portato al ritorno di alcune speciali che mancavano da anni dalla scena iridata e dall’ingresso di nuove prove. Ma scopriamo come è strutturato il Monte-Carlo 2022.

GIOVEDI’ 20 GENNAIO 2022

SS1 Luceram – Lantosque (15,20 km) – ore 20:38
Chiusura strade dalle 17.18 alle 22.18 del 18 gennaio
Record: Dani Sordo – Marc Marti (Citroen C4 WRC) in 10’51’’7 (anno 2008)

La prova in questa conformazione è stata disputata solo nell’edizione 2008, mentre in diverse occasioni è stata percorsa in senso inverso a quello di quest’anno. La prova inizia con la salita verso il Col Saint-Roch (990 s.l.m.), con una salita caratterizzata da diversi tornati e da qui si sale verso il Col de la Porte (1057 s.l.m.). Il finale di prova presenta tratti molto stretti da prima in discesa e successivamente in salita, fino alla valle del Vésuvie.

SS2- La Bollène-Vésubie – Moulinet (23,25 km) – ore 21:31
Chiusura strade dalle 18.31 alle 23.31
Record: François Duval – Eddy Chevailler (Ford Focus RS WRC) in 15’27’’7 (anno 2008).

Semplicemente sua maestà il Turini. La prova in questa versione non veniva disputata dal 2014, la prova nonostante tocchi i 1600 s.l.m. non presenta grandi difficoltà nella prima parte di prova, quella in salita verso il colle. Più impegnativi sono i primi 5-6 chilometri di discesa, dove il rischio di trovare placche di ghiaccio e neve sulla strada sono elevatissime in questo periodo dell’anno. Diverse le aree spettatori, tra le più spettacolari e ricercate sicuramente quelle in cima al colle.

VENERDI’ 20 GENNAIO 2022

SS3/SS6 Roure – Breuil (18,33 km) – ore 9:14 e 14:16
Chiusura strade dalle 06.14 alle 16.16
Prova in versione inedita

Ecco servita la prima novità per il Monte-Carlo 2022. La prova è un’inedito per tutti (tolto Loeb), in quanto su queste strade la gara non passa dal lontano 2006. Partenza dal comune di Roure con strada molto stretta e caratterizzata da tornanti che sale fino ai 1678 metri del Col de Couillole. Vista l’altitudine, il rischio di ghiaccio e neve è molto alto, insidioso e molto veloce il tratto finale in discesa che porta i concorrenti a Beuil.

SS4-SS7- Guillaumes / Péone / Valberg (13,49 km) – ore 10:17 e 15:19
Chiusura strade dalle ore 07.17 alle 17.19
Prova in versione inedita

Altra novità di quest’edizione 2022, la speciale parte Guillaumes e arriva a Valberg, questa prova riprende gran parte del percorso, utilizzato nell’edizione 2006. La speciale parte dal villaggio di Guillaumes, situato nel cuore del Gorges Rouges de Daluis e si annuncia come una delle più insidiose dell’intero rally. I primi sei chilometri sono in salita e portano al piccolo villaggio di Péone, da qui in poi inizia la parte veramente difficile della prova con strada che diventa via via sempre più stretta con molti tornanti immersi nel bosco, i rischi che questi presentino neve e ghiaccio sono alti.

SS5/SS8 Val-de-Chalvagne – Entrevaux (17,11 km) ore 11:35 e 16:37
Chiusura strade dalle 08.35 alle 19.37
Prova mai disputata

Il day2 si chiude con un altra novità assoluta. I primi sette chilometri riprendono quelli della SS1 del 2017 (prova cancellata per l’incidente di Paddon), con il rischio verglas elevato soprattutto nel primo tratto in salita. La seconda parte presenta da prima la salita verso il Col de Félines (930 s.l.m.) e successivamente la spettacolare discesa verso Entrevaux, caratterizzata da un susseguirsi di tornanti.

SABATO 22 GENNAIO 2022

SS9 Le Fugeret – Thorame-Haute (16,80 km) – ore 8:17
Chiusura strade dalle ore 05.17 alle 10.17
Prova in versione inedita

La prova è conosciuta dagli appassionati come “Col Saint-Michel” e venne disputata per la prima volta nel 1981. Inedita sarà la location della partenza, il via sarà dato dal piccolo villaggio di Fugeret, da qui la prova sale per 12 chilometri su strada larga e molto scorrevole, fino ad arrivare a 1’431 del Col Saint-Michel, la discesa verso Thorame-Haute è stretta e molto tecnica, con il rischio verglas nei tanti punti non esposti al sole.

SS10-SS12 Saint-Jeannet – Malijai (17,04 km) – ore 10:08 e 14:08
Chiusura strada dalle ore 07.08 alle 16.08
Prova in versione inedita

Dalla famosa prova disputata negli anni’90 resta solamente il nome di Malijai, dove un tempo la prova partiva. La speciale partirà dal villaggio di Saint-Jeannet, i primi sei chilometri sono tutti in salita e portano gli equipaggi al Col d’Espinouse (838 metri s.l.m.), la discesa è leggermente più impegnativa caratterizzata dalla presenza di una decina di tornanti. Gli ultimi cinque chilometri, sono relativamente “facili” e riprenderanno la prova “Malijai/Puimichel”, disputata in notturna durante l’edizione 2020.

SS11-SS13 Saint-Geniez – Thoard (20,79 km) ore 11:16 e 15:16
Chiusura strade dalle ore 08.16 alle 17.16
Prova in versione inedita

La prova non è altro che il mitico Sisteron, tagliato di quindici chilometri (sigh!). La prova è un’autentico must della gara, disputata per la prima volta nel 1979 e diventata famosa per l’attraversamento del Col de Fontbelle (1304 m), che viene aperto al traffico invernale solo per il passaggio della gara. I primi quattro chilometri della discesa, spesso e volentieri sono gli arbitri della prova e spesso anche dei rally, con i distacchi in caso di scelta di gomme errata posso essere consistenti. Questa è forse la prova più attesa e temuta dell’intero Monte.

DOMENICA 23 GENNAIO 2022

SS14-SS16 La Penne / Collongues (19,37 km) ore 8:45 e 10:53
Chiusura strade dalle 05.45 alle 12.55
Prova in versione inedita

La prima parte di prova va a riprendere un tratto che veniva disputato ad inizi anni ’90 (SS “Col Saint-Raphaël / Tourette du Château). Molto spettacolari si annunciano i tornanti situati dopo il paesino di Saint-Antonin, la parte finale e molto veloce è va a ricalcare la speciale “Pont des Miolans / Saint-Auban” disputata molte volte tra il 1966 e il 1995, inedito il traguardo che è posto a Collongues.

SS15-SS17 Briançonnet / Entrevaux (14,26 km) – domenica 23 gennaio 2022 ore 10:08 e 12:18 (Power-Stage)
Chiusura strade dalle ore 07.08 alle 14.18
Record: Sébastien Ogier – Julien Ingrassia (Toyota Yaris WRC) in 10’56”2 (anno 2021)

Disputata per la prima volta la scorsa stagione, questa prova è stata apprezzata fin da subito da piloti, media e addetti ai lavori per la sua configurazione e il suo layout scenico. Pronti via con una serie di tornanti molto veloci che porta gli equipaggi fino a 1196 del Col de Buis, da lì in poi la strada scende con una discesa mozzafiato e il rischio di imbattersi nel temuto verglas e nei rigagnoli di neve che si sciolgono è veramente molto alto. La seconda parte di prova è più ritmata con i tornanti finali a chiudere la prova.

Siamo in tutte le migliori edicole

Copertina RS gennaio 2022