Gryazin è inarrestabile al Rally Liepāja, Scandola out

La seconda ed ultima tappa del Rally Liepāja si è aperta nuovamente nel segno di Nikolay Gryazin e della sua Volkswagen Polo GTI Rally2. Il russo, dopo aver chiuso al comando la prima tappa con 10″6 di vantaggio su Craig Breen, nelle prime tre prove della mattinata ha continuato a spingere facendo segnare due tempi scratch che gli hanno consentito di allungare sui suoi immediati inseguitori. Anche in questa gara, così come nel precedente appuntamento in Polonia, ha potuto beneficiare di una favorevole posizione di partenza ma non dobbiamo dimenticarci che il driver di Mosca ha da sempre un feeling “speciale” con il rally lettone, avendolo vinto nel 2017 e 2018.

Alle sua spalle troviamo la Hyundai I20, gommata MRF Tyres, di Craig Breen e Paul Naugle. L’equipaggio irlandese è sulla strada giusta per ottenere un ottimo risultato dopo un Rally Poland tutt’altro che da ricordare. Al momento il loro distacco dalla vetta è di 15″2, ma nelle ultime tre prove speciali siamo sicuri che proveranno a ricucire il divario che gli separa dalla vetta per tentare un possibile assalto alla leadership di Gryazin. La terza posizione è ad appannaggio della Citroën C3 del russo Alexey Lukyanuk. Il due volte campione europeo, nonchè attuale leader della classifica di campionato, ha iniziato la giornata mettendo fin da subito nel mirino la terza posizione di Efrèn Llarena. Il sorpasso si concretizzato già sulla prima PS della mattina mantenendo un ritmo piuttosto elevato anche sulla prova successiva, cosa che gli ha permesso di far registrare il miglior tempo e di recuperare una manciata di secondi a Gryazin. Ora il suo ritardo dalla vetta, quando mancano tre prove al termine, è di 31″2.

Quarta e quinta posizione per le Skoda Fabia Rally2 Evo di Efrèn Llarena e di Miko Marczyk, mentre in sesta posizione si trova Andreas Mikkelsen con un ritardo dalla vetta di un 1’19″5. Il norvegese paga il fatto di avere sul groppone una penalità di un minuto per essere arrivato in ritardo ad un controllo orario nella giornata di ieri. A seguire troviamo la Hyundai I20 di Ole Christian Veiby e la Skoda Fabia di Erik Pietarinen. Chiudono i primi dieci Emilio Fernàndez (Skoda Fabia) e il ceco Erik Cais (Ford Fiesta).

Infine, per quanto riguarda gli equipaggi tricolori, dobbiamo segnalare il ritiro di Umberto Scandola e Guido D’Amore (Hyundai) a seguito di un cappottamento nel corso della PS8. Il migliore degli italiani è Simone Tempestini, il quale occupa la 12°posizione assoluta, mentre Alberto Battistolli si trova in 16° posizione. Nel Clio Trophy ottima la gara di Andrea Mabellini, secondo alle spalle del turco Yiğit Timur.

Il prossimo numero di RallySlalom e oltre sarà in edicola dal 7 luglio 2021

Copertina RS e oltre luglio 2021